Mihajlovic si ferma: “sono di nuovo a rischio leucemia. E’ una malattia coraggiosa se torna da uno come me”

La leucemia sta per tornare, Sinisa Mihajlovic è costretto a fermarsi: "questa volta sono riuscito a giocare d'anticipo"

MeteoWeb

Il 13 luglio 2019 Sinisa Mihajlovic aveva rivelato al mondo, in lacrime in diretta TV, di avere la leucemia, “ma vincerò questa sfida per mia moglie, per la famiglia”, aveva profetizzato. E così è stato. Ora, però, la malattia è tornata. Mihajlovic si deve fermare, ancora, per seguire una terapia e dalla prossima settimana verrà sostituito. “La mia ripresa dopo il trapianto è stata ottima, ma purtroppo queste malattie sono subdole e bastarde. Dalle ultime analisi che ho svolto ci sono campanelli d’allarme e potrebbe esserci il rischio di una ricomparsa. Per evitare che questo accada dovrò fare un percorso terapeutico che possa eliminare sul nascere la malattia“.

Il campione è dunque pronto a riprendere la sua battaglia, e lo fa con il consueto coraggio, con la personalità di sempre, con ancora più fede e convinzione rispetto alla prima volta. Il tecnico del Bologna, in conferenza stampa, ha annunciato il ritorno della malattia che aveva già sconfitto due anni e mezzo fa. “Mi è stato consigliato di intraprendere un percorso terapeutico che possa eliminare sul nascere ogni ipotesi negativa, questa volta per usare un gergo calcistico non entrerò in scivolata su un avversario lanciato, come ho detto due anni e mezzo fa, ma giocherò di anticipo. Si vede che questa malattia è molto coraggiosa per avere ancora voglia di affrontare uno come me, ma io sono qua e se non gli è bastata la prima lezione gliene daremo un’altra“, ha annunciato.