Previsioni Meteo: peggioramento sempre più probabile tra fine marzo e inizio aprile

Previsioni Meteo: non sarebbe escluso anche l'innesto di una circolazione più fredda di matrice scandinava. Le ultimissime

MeteoWeb

Le previsioni meteo tra fine mese e i primi giorni di aprile, continuano a mostrare scenari più diffusamente instabili per il Mediterraneo centrale e anche per gran parte dell’Italia. L’ipotesi barica media computerebbe l’affondo di una saccatura mediamente dal Nord Europa dapprima verso i settori centrali del continente, poi con cavo depressionario che si spingerebbe progressivamente verso il Mediterraneo centrale, innescando con buona probabilità anche un’azione ciclonica al suolo in prossimità delle nostre regioni. Stando ai dati attuali, potrebbe essere abbastanza verosimile una ciclogenesi in prossimità dell’alto Tirreno, Francia, Nord Italia e, quindi, con ipotesi di tempo abbastanza perturbato sulle regioni settentrionali e del medio-alto Tirreno, con le precipitazioni più intense su queste aree. La circolazione, tuttavia, computerebbe certamente anche il coinvolgimento nell’instabilità delle regioni meridionali e del medio-basso Adriatico, magari su queste aree in forma più debole e più irregolare, stando all’ipotesi barica media.

Ma ci sarebbe una novità nell’aggiornamento serale. Nella sostanza il cavo depressionario dal Nord Europa, potrebbe prendere una piega più meridiana, impostarsi dai quadranti scandinavi e affondare in maniera più centrale sul nostro bacino, alla stregua di come rappresentato nell’immagine in evidenza. Se nei prossimi aggiornamenti i modelli matematici dovessero orientarsi verso una direttrice più meridiana dell’affondo instabile, non sarebbe escluso anche l’innesto, nella circolazione depressionaria, di correnti relativamente più fredde provenienti dal settore scandinavo e confluenti nell’azione ciclonica al suolo sul territorio italiano. Si aprirebbero, in questo caso, scenari oltre che diffusamente più instabili, anche con possibili connotazioni invernali su diverse regioni e ritorno di nevicate a quote medio-basse o collinari. Ma, al momento, queste ipotesi resta minoritaria, soprattutto perché appena abbozzata nelle simulazioni modellistica. La redazione di MeteoWeb continuerà a monitorare il peggioramento del tempo atteso tra fine mese e inizio aprile, apportando quotidiani aggiornamenti