Ucraina, il maltempo trasporta sul Mar Nero le mine piazzate nei porti: una ha raggiunto la Turchia

Già il 18 marzo la Turchia aveva avvertito le navi di mantenere "alta vigilanza" e di riferire di qualunque eventuale mina trascinata alla deriva dai porti ucraini

MeteoWeb

Un oggetto “simile a una mina” è stato “neutralizzato” all’ingresso settentrionale allo Stretto del Bosforo. Lo annuncia il ministero della Difesa della Turchia e la notizia dell’avvistamento di questa possibile mina navale giunge dopo gli avvisi che le mine lasciate agli ingressi dei porti ucraini potrebbero spostarsi a causa del maltempo attraversando il Mar Nero. L’emittente turca Ntv ha mostrato immagini di un oggetto che è andato su e giù per le onde al largo del Sariyer di Istanbul, costa europea del Bosforo, e di un’imbarcazione della Guardia costiera vicino all’oggetto. Il ministero della Difesa turco riferisce che sono stati dispiegati uomini per occuparsi dell’oggetto, che secondo l’agenzia di stampa Demiroren è stato inizialmente individuato da alcuni pescatori.

Il 18 marzo la Turchia aveva avvertito le navi di mantenere “alta vigilanza” e di riferire di qualunque eventuale mina trascinata alla deriva dai porti ucraini. L’anno scorso circa 38.500 navi sono passate dal Bosforo, che collega il Mar Nero e il Mediterraneo. Poco dopo l’invasione dell’Ucraina da parte della Russia, Ankara ha chiuso lo Stretto alle imbarcazioni militari.