Vasetti di marmellata manomessi, allarme nei supermercati per rischio contaminazione: “restituire il prodotto”

“Chiunque avesse acquistato marmellata a marchio Zuegg di qualsiasi gusto e grammatura nelle ultime 48 ore è pregato di non consumarlo e di restituirlo al punto vendita per la sostituzione”

MeteoWeb

Conad lancia l’allarme: non consumare la marmellata, ma restituire al punto vendita per la sostituzione. Il sospetto è che alcuni vasetti di marmellata siano stati manomessi e per questo devono essere ritirati dalla vendita. A lanciare l’allarme è stato il Conad di San Giovanni di Fassa, in provincia di Trento, ma verosimilmente i vasetti in questione potrebbero essere stati distribuiti in tutta Italia. Nell’avviso diffuso dal supermercato si legge: “Chiunque avesse acquistato marmellata a marchio Zuegg di qualsiasi gusto e grammatura nelle ultime 48 ore è pregato di non consumarlo e riportalo al punto vendita per la sostituzione“. Il ritiro dei vasetti, dunque, è avvenuto dopo la scoperta della manomissione.

Intanto la magistratura indaga sulla vicenda. Una segnalazione relativa ad una manomissione di alcuni vasetti di marmellata è arrivata all’azienda Zuegg che ha immediatamente sporto denuncia alle Autorità competenti. “La tutela verso i consumatori è obiettivo primario e, di conseguenza, l’allarme è scattato subito. Non è la prima volta che viene segnalata una manomissione. Era già capitato in precedenza alla catena di distribuzione del gruppo Dao”, comunica Zuegg. Di conseguenza, il ritiro dei prodotti si è reso necessario in tutti i punti vendita della catena. L’azienda multinazionale con sede a Verona, poi, esclude che la manomissione sia avvenuta durante le fasi di produzione e distribuzione e che riguardi specifici lotti. Zuegg si dichiara parte lesa al pari dei consumatori e sta agendo in linea con le Autorità competenti per risolvere la spinosa questione. Nel frattempo, ha comunicato il numero verde che i cittadini possono contattare per ricevere le informazioni del caso. Il contatto è 800 552970. Chiunque avesse già acquistato marmellata a marchio Zuegg di qualsiasi gusto e grammatura nelle ultime 48 ore, raccomanda Giovanni D’Agata, presidente dello “Sportello dei Diritti”, non deve consumarla e, anzi, è invitato a rendere il prodotto al punto vendita.