Basta chiamate dai call center: arriva il registro delle opposizioni

Come funziona il nuovo registro delle opposizioni per non ricevere più chiamate dai call center

MeteoWeb

Il 13 aprile e il 31 luglio sono le date da tenere a mente per chiunque si sia stancato o stancata di ricevere le fastidiose telefonate di telemarketing aggressivo, che arrivano da numeri sconosciuti a qualunque ora del giorno. Il 13 aprile nasce il nuovo registro delle opposizioni, con il quale cittadini e cittadine potranno bloccare le chiamate in arrivo dai call center, revocando tutti i consensi al trattamento dei dati in maniera retroattiva. Mentre dal 31 luglio, questa opzione verrà estesa anche ai numeri di telefonia mobile.

Il nuovo registro comprenderà tutti i numeri nazionali, fissi e cellulari, anche se non presenti negli elenchi telefonici nazionali. Una prima grande novità rispetto all’elenco precedente, approvato nel 2011 e relativo solo al marketing aggressivo tramite posta e utenze fisse, a condizione fossero presenti negli elenchi telefonici. Mentre l’altra novità riguarda la possibilità di bloccare tutte le telefonate di telemarketing, anche quelle fatte con modalità automatiche.

Da quando il registro diventerà completamente operativo, attorno al prossimo primo agosto, tutte le aziende che fanno marketing telefonico dovranno verificare che i possibili contatti non siano iscritti al registro, iscriversi all’elenco delle aziende e fornire le lista dei numeri che vogliono utilizzare. Chi viola queste regole, potrà ricevere una multa fino a 20 milioni di euro, per le società di telemarketing e fino al 4% del fatturato annuo per le imprese.

Come funziona il nuovo registro

Secondo l’articolo 7 del decreto che istituisce il registro, pubblicato in Gazzetta ufficiale lo scorso 29 marzo, “ciascun contraente può richiedere al gestore del registro che la numerazione della quale è intestatario, riportata o meno negli elenchi, o il corrispondente indirizzo postale siano iscritti nel registro per opporsi al trattamento di tali dati, per fini di invio di materiale pubblicitario, o di vendita diretta o per il compimento di ricerche di mercato o di comunicazione commerciale”. Il telemarketing, infatti, non è soltanto una pratica insistente, fastidiosa e spesso associata a truffe o campagne malevole, ma un vero e proprio abuso dei nostri dati personali.

Come iscriversi

Per smettere di ricevere chiamate moleste e togliere i propri numeri di telefono dagli elenchi delle società di telemarketing basterà iscriversi al registro. Sempre l’articolo 7 specifica le modalità di iscrizione gratuita. Si potrà scegliere se compilare un modulo web sul sito del gestore del registro (disponibile a questo link), chiamare il numero verde 800 265 265, inviare una email all’indirizzo iscrizione@registrodelleopposizioni.it, oppure optare per una raccomandata.

I problemi

Il problema principale riguarda come vengono gestite denunce e sanzioni. Infatti, mancano ancora le modalità di un sistema rapido e semplice per denunciare le aziende che non rispettano le regole del registro. Mentre il secondo riguarda il telemarketing in arrivo da call center ubicati all’estero, in particolare se fuori dall’Unione europea, i quali non possono essere inseriti all’interno dell’elenco.