L’influenza del cambiamento climatico antropogenico sulle forti piogge dei cicloni tropicali

Secondo un nuovo studio, “il riscaldamento indotto dall'uomo ha notevolmente cambiato la frequenza degli eventi di forti precipitazioni indotti dai cicloni tropicali nella regione del Pacifico nordoccidentale”

MeteoWeb

A livello globale, si prevede che il cambiamento climatico antropogenico influenzerà la frequenza, l’intensità e la posizione di eventi meteorologici e climatici estremi in tutto il mondo. Tra gli eventi meteorologici estremi, i cicloni tropicali hanno impatti distruttivi sulla società umana, specialmente lungo le regioni costiere. La regione del Pacifico nordoccidentale è uno dei principali bacini al mondo colpiti dai cicloni tropicali, che causano un numero considerevole di eventi di precipitazioni estremi nella regione. In particolare, sono molte le mega-città, come Hong Kong, Seoul, Shanghai, Shenzhen, Taipei e Tokyo, con popolazioni dense ed economie altamente sviluppate lungo o vicino alle coste”, si legge in un nuovo studio, pubblicato sulla rivista Nature.

“Le osservazioni suggeriscono che ci sono stati recenti cambiamenti nelle forti precipitazioni legate ai cicloni tropicali. Tuttavia, non è stato ancora determinato se il forcing antropogenico abbia un contributo a tali cambiamenti”, riporta lo studio, in cui vengono mostrate le evidenze del fatto che “il riscaldamento indotto dall’uomo ha notevolmente cambiato la frequenza degli eventi di forti precipitazioni indotti dai cicloni tropicali nella regione del Pacifico nordoccidentale”.

Le osservazioni hanno mostrato che la frequenza delle forti piogge associate ai cicloni tropicali è aumentata in modo significativo lungo la regione costiera dell’Asia orientale e nelle sue vicinanze dalla metà del XX secolo ad oggi. Al contrario, tali eventi sono diventati meno frequenti nella parte meridionale della regione del Pacifico nordoccidentale (<22°N) ad eccezione di alcune regioni terrestri (isola di Hainan, Vietnam centrale e parte settentrionale delle Filippine). Secondo una serie di simulazioni climatiche di grandi dimensioni, un pattern spaziale simile dei cambiamenti è previsto dal riscaldamento globale indotto dall’uomo”, scrivono i ricercatori nel loro studio, in cui dimostrano che “i cambiamenti osservati non possono essere spiegati esclusivamente dalla variabilità naturale”.

“Nei Paesi dell’Asia orientale, i cicloni tropicali sono sistemi meteorologici critici che causano disastri naturali. Abbiamo mostrato le evidenze che il cambiamento climatico antropogenico ha già alterato sostanzialmente le forti piogge dei cicloni tropicali nella regione. È probabile che tale tendenza continui nel clima futuro più caldo. I risultati di questo studio possono fungere da riferimento per una comprensione più completa e approfondita dell’impatto antropico sulle condizioni meteorologiche estreme e sulla società umana”, concludono gli autori dello studio.