Ambiente: impatto negativo dell’agricoltura e del cambiamento climatico sulla biodiversità degli insetti

Secondo uno studio pubblicato su Nature, l'interazione tra indici di riscaldamento climatico storico e l'uso intensivo del suolo agricolo è associato a riduzioni nel numero di specie di insetti rispetto a quelli presenti in habitat meno disturbati, con tassi più bassi di riscaldamento climatico storico

MeteoWeb

L’interazione tra il riscaldamento climatico storico e l’uso intensivo del suolo agricolo è associata a una riduzione di quasi il 50% dell’abbondanza di insetti, secondo quanto riportato da un articolo su Nature.

È noto che i cambiamenti climatici e l’uso del suolo influiscono sulla biodiversità degli insetti e questi fattori possono agire in sinergia; ad esempio, la rimozione degli habitat naturali per realizzare terreni agricoli può alterare il microclima e aumentare le temperature estreme. Tuttavia, l’effetto delle interazioni tra questi fattori e la biodiversità degli insetti è meno ben compreso che per altre specie animali.

Per colmare questa lacuna di conoscenza, Charlotte Outhwaite, Peter McCann e Tim Newbold hanno combinato i dati sui cambiamenti di temperatura e sull’uso del suolo con i dati sulla biodiversità degli insetti in oltre 6.000 località diverse in tutto il mondo, con dati che coprono un periodo di 20 anni. Confrontano i diversi usi del suolo e le condizioni climatiche per 17.889 specie di insetti (tra cui coleotteri, mosche, api, farfalle e cavallette). Dimostrano che, rispetto agli habitat meno disturbati e caratterizzati da tassi di riscaldamento inferiori, l’uso intensivo del suolo agricolo (caratterizzato da una bassa diversità delle colture o da un’elevata intensità del bestiame) e un maggiore riscaldamento al di sopra della variazione della temperatura di base è associato a riduzioni del 49% e del 27% in abbondanza di insetti e ricchezza di specie all’interno dei gruppi di insetti. Suggeriscono che gli impatti sulla biodiversità degli insetti a seguito dei cambiamenti climatici possono essere tamponati dalla presenza dell’habitat naturale vicino, sebbene questo tamponamento possa essere meno efficace contro temperature estremamente elevate.

Gli insetti hanno un ruolo importante negli ecosistemi, compresa l’impollinazione e il controllo dei parassiti. Una migliore comprensione dei fattori che possono alterare la biodiversità degli insetti potrebbe aiutare a guidare gli sforzi di conservazione.