Come prevenire il diabete e tenere a bada la glicemia con un frutto antinfiammatorio primaverile

Alla scoperta di un frutto antinfiammatorio tipico di questo periodo dell’anno, un’arma contro il diabete e la glicemia alta

MeteoWeb

Un frutto molto amato, tipico di questo periodo dell’anno, vanta molto benefici per la nostra salute: vanta molecole antiossidanti e antinfiammatorie, aiuta a prevenire alcune forme di cancro (come il tumore al seno, alla cervice, al colon e all’esofago), aiuta a tenere sotto controllo i livelli di zuccheri nel sangue, e quindi a prevenire il diabete di tipo 2.

Scopriamo dunque quali sono le proprietà delle fragole, “frutto” dal punto di vista nutrizionale, ma non botanico (i frutti veri e propri sono i cosiddetti acheni, ossia i semini gialli che si vedono sulla superficie della fragola).

Cosa sono le fragole

Le fragole sono le protuberanze ingrossate dell’infiorescenza della pianta erbacea Fragaria Vesca, appartenente alla grande famiglia delle Rosacee.

Le proprietà delle fragole

Le fragole vantano un’infinità di proprietà benefiche. Ricche di fibre, aumentano il senso di sazietà, regolarizzano l’intestino, riducono l’assorbimento di grassi e zuccheri. Contrastano l’anemia, favorendo l’assorbimento di ferro, stimolano la produzione di collagene che previene le rughe, riduce la ritenzione idrica e la cellulite, mantenendo la cute più elastica. Grazie agli antiossidanti, contrastano gli effetti dannosi dei radicali liberi, rallentando il naturale processo di invecchiamento cellulare. Benefiche per il sistema cardiovascolare, riducono il colesterolo cattivo, rafforzano la memoria, sono preziose per tessuti e muscoli, rappresentano un ottimo rimedio nella lotta contro le sostanze tossiche del corpo.

Ideali contro gotta e artrite, rinfrescanti, depurative, rimineralizzanti, diuretiche, disintossicanti, contengono, inoltre, acido citrico, disinfettante e antisettico, che previene le infezioni intestinali.

Fragole, benefici e controindicazioni: il parere degli esperti

Secondo gli esperti dell’Humanitas Research Hospital, ospedale ad alta specializzazione, centro di Ricerca e sede di insegnamento universitario, “la combinazione unica di molecole antiossidanti e antinfiammatorie rende le fragole potenziali alleati della salute cardiovascolare, ma non solo. Questi frutti sembrano infatti poter aiutare a prevenire alcune forme di cancro (come il tumore al seno, alla cervice, al colon e all’esofago). Inoltre il consumo di fragole è stato associato a un miglior controllo dei livelli di zuccheri nel sangue, e quindi potrebbe aiutare a prevenire il diabete di tipo 2. Fra gli altri possibili benefici delle fragole suggeriti dalla ricerca scientifica sono inclusi un’azione anti-invecchiamento sia a livello fisico che cognitivo, il miglioramento delle malattie infiammatorie intestinali, e possibili benefici contro le forme di artrite associate a infiammazione e le malattie dell’occhio associate all’infiammazione, inclusa la degenerazione maculare“. “Le fragole possono interferire con i farmaci anticoagulanti e antiaggreganti“.

Inoltre, gli esperti Humanitas ricordano che “100 g di fragole (Fragaria vesca) apportano 27 Calorie ripartite come segue:

  • 74% carboidrati
  • 13% proteine
  • 13% lipidi

In particolare, 100 grammi di fragole (Fragaria vesca) apportano:

  • 90,5 g di acqua
  • 0,9 g di proteine
  • 0,4 g di lipidi
  • 5,3 g di zuccheri solubili

1,6 g di fibre, di cui:

  • 0,45 g di fibra solubile
  • 1,13 g di fibra insolubile

Fra le vitamine e i minerali, 100 g di fragole (Fragraria vesca) apportano:

  • 54 mg di vitamina C
  • 0,5 mg di niacina
  • 0,04 mg di riboflavina
  • 0,02 mg di tiamina
  • 160 mg di potassio
  • 35 mg di calcio
  • 28 mg di fosforo
  • 2 mg di sodio
  • 0,8 mg di ferro

Le fragole possono inoltre essere una fonte di omega 3, vitamina B6, folati, iodio, rame, manganese e numerosi fitonutrienti, tra cui antocianine, ellagitannini, favonoli, terpenoidi e acidi fenolici“.

Come utilizzare le fragole

Come utilizzare le fragole in cucina? In macedonie, frullati, marmellate, per la preparazione di crostate, cocktail, cheesecake o per la realizzazione di un buonissimo ed originalissimo risotto.