Covid: arriva il 3° vaccino a RNA, è autoamplificante

Il trial di ARCT-154 è stato condotto in Vietnam, ed ha coinvolto oltre 17mila partecipanti

MeteoWeb

In arrivo un nuovo vaccino anti-Covid a base di RNA messaggero che può essere conservato a temperatura ambiente e può autoamplificarsi: Arcturus Therapeutics di San Diego, società farmaceutica specializzata in tecnologie a RNA, ha riportato i dati relativi alla sperimentazione di fase III del farmaco. Il trial di ARCT-154 è stato condotto in Vietnam, ed ha coinvolto oltre 17mila partecipanti: secondo lo studio, il vaccino si è mostrato efficace al 55% contro la malattia sintomatica e al 95% nella protezione da malattia grave e decesso. RCT-154 può essere conservato in modo più semplice, e il design autoamplificante richiede dosi inferiori e permette di ridurre i costi di produzione e somministrazione alla popolazione. Durante il trial i partecipanti hanno ricevuto due dosi da 5,0 milligrammi dell’RNA autoamplificante a distanza di 28 giorni. Per confronto, i vaccini Pfizer-BioNTech e Moderna utilizzano rispettivamente dosi di 30 microgrammi e 100 microgrammi per la prima e la seconda dose.

Il vaccino sviluppato da Arcturus Therapeutics è caratterizzato da un processo di liofilizzazione che trasforma le molecole di mRNA in una polvere che può essere conservata a temperatura ambiente. Il farmaco, che include enzimi che favoriscono la replicazione della proteina spike e quindi promuove l’eliminazione del materiale genetico virale in pochi giorni, è stato progettato per copiare ripetutamente il filamento genetico all’interno di una cellula e rimanere nel corpo per più tempo rispetto alle attuali soluzioni.