Paralisi, ustioni da radiazioni, gravidanze inspiegabili: desegretato nuovo rapporto del Pentagono sugli UFO

Documenti relativi agli UFO sono stati appena desegretati come parte di una richiesta FOIA

MeteoWeb

Gli incontri con gli UFO hanno lasciato gli americani con ustioni da radiazioni, danni al cervello e al sistema nervoso e persino gravidanze inspiegabili: è quanto emerso da un enorme database di report del governo degli Stati Uniti recentemente reso pubblico attraverso una richiesta del Freedom of Information Act (FOIA).

Il database dei documenti include più di 1.500 pagine di materiale relativo agli UFO dell’Advanced Aerospace Threat Identification Program (AATIP), un programma segreto del Dipartimento della Difesa degli Stati Uniti che ha operato dal 2007 al 2012. Nonostante non sia mai stato classificato come segreto o top secret, l’AATIP è diventato noto al pubblico solo nel 2017, quando l’ex direttore del programma Luis Elizondo si è dimesso dal Pentagono e ha rilasciato ai media diversi video che ritraevano di un velivolo non identificato che si muoveva in modi apparentemente impossibili.

Poco dopo la rivelazione dell’esistenza dell’AATIP, l’avamposto statunitense del tabloid britannico The Sun ha presentato una richiesta FOIA per tutti i documenti relativi al programma. Quattro anni dopo, il 5 aprile 2022, la US Defense Intelligence Agency (DIA) ha onorato la richiesta rilasciando più di 1.574 pagine di materiale a The Sun.

Secondo il tabloid britannico, i documenti includono report sugli effetti biologici degli avvistamenti UFO sugli esseri umani, studi su tecnologie avanzate come i mantelli dell’invisibilità e piani per l’esplorazione e la colonizzazione dello Spazio profondo. Alcune parti dei documenti sono state “trattenute in parte” per motivi di privacy e riservatezza, ha riferito l’AATIP a The Sun.

Un documento che spicca nella raccolta è un rapporto intitolato “Anomalous Acute and Subacute Field Effects on Human and Biological Tissues“, datato marzo 2010. Il rapporto descrive presunte lesioni a “osservatori umani da parte di sistemi aerospaziali avanzati anomali“, alcuni dei quali potrebbero essere una “minaccia agli interessi degli Stati Uniti“, secondo il documento.

Il rapporto descrive 42 casi da cartelle cliniche e 300 casi “non pubblicati” in cui esseri umani hanno subito lesioni dopo presunti incontri con “veicoli anomali“, che includono UFO. In alcuni casi, gli esseri umani hanno mostrato ustioni o altre condizioni legate alle radiazioni elettromagnetiche – riporta il documento – e alcuni sembrano essere stati inflitti da “sistemi di propulsione legati all’energia“. Il rapporto ha anche rilevato casi di danni cerebrali, danni ai nervi, palpitazioni cardiache e mal di testa legati a incontri anomali con veicoli.

Non è chiaro quale tipo di processo di verifica, se ce n’era uno, l’AATIP abbia utilizzato per indagare su questi presunti casi. The Sun deve ancora condividere il contenuto completo dei rapporti richiesti.

Il rapporto include anche un elenco di presunti effetti biologici di avvistamenti UFO su osservatori umani tra il 1873 e il 1994, redatto dal Mutual UFO Network (MUFON), un gruppo civile senza scopo di lucro che studia gli avvistamenti UFO. Gli effetti riportati degli incontri con gli UFO includono “gravidanza inspiegabile“, “rapimento apparente“, paralisi ed esperienze di telepatia, teletrasporto e levitazione.

Il rapporto conclude che ci sono prove sufficienti “per supportare l’ipotesi che alcuni sistemi avanzati siano già implementati, oscuri alla piena comprensione degli Stati Uniti“.