Disabili costretti a scendere dal treno: nessuno li fa sedere ai posti a loro riservati

Trenitalia ha dovuto organizzare un bus dedicato per far tornare a Milano il groppo di ragazzi disabili, ai quali nessuno ha ceduto il posto sul treno

MeteoWeb

E’ vergognoso quanto accaduto oggi a bordo di un treno italiano. Un gruppo organizzato composto da una trentina di ragazzi disabili, insieme ai loro accompagnatori, viaggiavano su un treno regionale diretto a Milano, ma sono stati costretti a scendere dal treno perché dei turisti saliti prima di loro hanno occupato i posti riservati ai giovani portatori di handicap e si sono rifiutati di farli sedere. E’ successo nella stazione di Genova Porta Principe, sul regionale Genova-Milano. I turisti, nonostante la presenza della polizia ferroviaria e del personale di Trenitalia intervenuti appositamente, si sono rifiutati categoricamente di far sedere i disabili tanto che Trenitalia ha dovuto organizzare un bus dedicato per far tornare a Milano i ragazzi.

Quello che è accaduto oggi su un treno diretto da Genova a Milano è vergognoso, un episodio da stigmatizzare. Segna la totale mancanza di rispetto e sensibilità verso le persone disabili. Nonostante siano intervenuti gli operatori di Trenitalia e gli agenti della Polfer non c’è stato niente da fare“. Così il presidente della Regione Liguria Giovanni Toti e l’assessore ai Trasporti Gianni Berrino commentano quanto accaduto. “Quello che è accaduto è un fatto doppiamente grave, non solo perché il treno è stato vandalizzato da ignoti passeggeri – conclude Berrino – ma soprattutto per quanto accaduto poi a Genova, un episodio inqualificabile che va condannato con fermezza“.