Il ghiaccio (secco) su Marte: la brina blu brilla nei crateri del Pianeta Rosso

Sulla superficie di alcune aree del Pianeta Rosso può formarsi uno strato di brina di anidride carbonica, o ghiaccio secco

MeteoWeb

Ogni inverno, sulla superficie di Marte si forma uno strato di brina di anidride carbonica (ghiaccio secco). Nella sua massima estensione in pieno inverno, questa brina arriva dai poli fino alle medie latitudini, fino a quando il caldo gli impedisce di persistere. Nella maggior parte dei luoghi ciò accade a circa 50 gradi di latitudine, simile alla latitudine del Canada meridionale sulla Terra.

Gli inverni su Marte possono essere molto freddi, con temperature vicino ai poli che scendono a -125°C. Ecco perché sulla superficie di alcune aree del Pianeta Rosso può formarsi uno strato di brina di anidride carbonica, o ghiaccio secco.

Piccole aree di ghiaccio secco si possono trovare più vicino all’equatore sui pendii rivolti verso i poli, che sono più freddi perché ricevono meno luce solare. Questa immagine è stata scattata dall’High Resolution Imaging Science Experiment (HiRISE) a bordo del Mars Reconnaissance Orbiter (MRO) della NASA in pieno inverno, nell’emisfero australe di Marte e mostra un cratere vicino a 37 gradi di latitudine sud. Il versante esposto a sud mostra una brina brillante a chiazze, di colore blu. Questa brina si forma dentro e intorno ai numerosi canaloni sul pendio.