India e Pakistan soffocano sotto una potente ondata di caldo: dominano la classifica dei luoghi più caldi della Terra

Nelle scorse 24 ore, tutte e 10 le località più calde erano in India e Pakistan, alle prese con una potente e duratura ondata di calore

MeteoWeb

India e Pakistan sono alle prese con una nuova, potente ondata di calore. Non è insolito che parti dei due Paesi abbiano alcune città tra i primi 10 luoghi più caldi del mondo, ma ciò che è insolito è il modo in cui stanno dominando completamente la classifica in questi giorni. Guardando alle temperature massime delle scorse 24 ore, tutte e 10 le località più calde erano in India e Pakistan e la temperatura più calda registrata sulla Terra ieri, giovedì 28 aprile, dalle stazioni meteorologiche ufficiali è stata di +47°C a Jacobabad, in Pakistan.

Ieri, New Delhi si è quasi classificata tra le prime 10 al mondo quando ha superato i +42,8°C, a meno di 3°C dalla temperatura massima record di tutti i tempi per aprile, che è di +45,6°C misurata il 30 aprile 2019.

I meteorologi dell’India Meteorological Department (IMD) hanno rivelato che marzo 2022 è stato il marzo più caldo per l’India nel suo insieme dal 1901, con massime medie di 1,86°C sopra la media climatologica.

Il caldo eccezionale ha anche aumentato la domanda di elettricità nel Paese, il che ha provocato mancanza di elettricità in alcune regioni. Almeno tre stati indiani hanno imposto interruzioni di corrente all’attività industriale, secondo Reuters, cosa che avviene nello stesso momento in cui gli ospedali stanno registrando un aumento della domanda da parte dei pazienti che accusano di colpi di calore.

Il Primo Ministro indiano Narendra Modi ha anche avvertito il Paese che l’ondata di caldo, arrivata prima di molte delle peggiori dell’India, sta aumentando il pericolo di incendi nel Paese. La combustione nelle discariche contribuisce anche alla scarsa qualità dell’aria, specialmente nelle aree urbane come New Delhi, dove la qualità dell’aria ieri era a livelli pericolosi.

E purtroppo una tregua dal super caldo non è prevista a breve: un po’ di sollievo potrebbe arrivare non prima dell’inizio della stagione dei monsoni a giugno. Secondo alcuni esperti dell’IMD, si potranno toccare anche i +47°C in questi giorni. Un’allerta arancione è stata diramata per i prossimi quattro giorni per gli stati del Rajasthan e del Madhya Pradesh e per la regione di Vidarbha, in Maharashtra.

Non andrà meglio neanche in Pakistan, dove i +47°C di Jacobabad potrebbero essere la temperatura più “bassa” che si registrerà fino al prossimo martedì 3 maggio: si prevede, infatti, che la colonnina di mercurio potrà superare i +48-49°C in diversi giorni.