Morta escursionista sui Monti Sibillini: fatale la caduta da 60 metri di altezza

L'escursionista è morta a causa dei traumi riportati nella caduta per circa 60 metri in un dirupo

MeteoWeb

E’ stata fatale la caduta per un’escursionista sul Monte Amandola, nel Parco dei Monti Sibillini. Allertati dai carabinieri di Amandola i tecnici del Soccorso Alpino e Speleologico di Montefortino (Fermo), insieme alle squadre di Macerata e Ascoli Piceno, sono intervenuti sul sentiero 242 che dal Rifugio Amandola taglia in obliquo il versante. LA donna era partita con il marito, ma i due si sono poi separati prendendo due percorsi differenti. Non vedendola rientrare, è stato proprio l’uomo a chiamare i soccorsi. Le ricerche a terra e con l’elicottero dei Vigili del Fuoco hanno permesso di individuare il corpo della donna nel dirupo sotto il sentiero.

L’escursionista è morta a causa dei traumi riportati nella caduta per circa 60 metri nel dirupo. Giunti successivamente sul posto il medico e il tecnico dell’elisoccorso Icaro 02, non hanno potuto far altro che constatare il decesso della donna, originaria del Maceratese, e recuperare la salma per metterla a disposizione dell’autorità giudiziaria.