“L’aereo non risponde ai comandi, non riusciamo ad atterrare”: panico sul volo New York-Parigi Air France

I piloti hanno perso il controllo dell’aereo in fase di atterraggio, sono stati costretti ad annullare la discesa

MeteoWeb

Panico a bordo del Boeing 777-300ER di Air France decollato da New York e in arrivo a Parigi: i piloti hanno perso il controllo dell’aereo proprio in fase di atterraggio e sono stati costretti ad annullare la discesa, riprendere quota e poi ritentare la manovra.

E’ accaduto ieri mattina nei pressi dell’aeroporto della capitale francese Charles de Gaulle: la conversazione tra i piloti e la torre di controllo è stata registrata in un audio pubblicato dal Corriere della Sera.

L’incidente è stato confermato sia dalla compagnia aerea che dalla Bea, l’ufficio francese per le indagini e l’analisi sulla sicurezza dell’aviazione civile.

Il Boeing 777-300ER di Air France, in servizio da 17 anni, era decollato dall’aeroporto JFK di New York la sera del 4 aprile: non si sono registrati problemi fino all’avvio della procedura di atterraggio. I piloti hanno perso il controllo dell’aereo, come si sente nelle conversazioni con la torre di controllo riferite dal Corriere.

Qui volo Air France AF11 procediamo verso la pista 26 sinistra“, comunica uno dei piloti alla torre di controllo. “Air France AR11 buongiorno, siete autorizzati ad atterrare sulla pista 26 sinistra“, risponde il controllore di volo. “Ci confermate che siamo autorizzati ad atterrare sulla pista 26 sinistra?“, chiede il pilota. “Confermo, Air France AF11“, replicano dalla torre.

Poco dopo il dramma: si sente concitazione, un urlo e l’allarme che suona in sottofondo. “Stop, stop!“, grida uno dei piloti. Il Boeing non risponde più ai comandi. “Air France 11?“, chiedono da terra. “Ti richiamo“, risponde il pilota. “Air France interrompete l’avvicinamento a 1.500 piedi immediatamente“, intima la torre. “Ok ci fermiamo a 1.500“, rispondono dal Boeing.

L’allarme continua a suonare, insieme ad altri, mentre il pilota continua a tentare una manovra per recuperare i comandi dell’aereo. “Qui AF11, facciamo il giro, attesa a 4.000 piedi, vi richiamiamo“, comunicano i piloti, che pochi minuti spiegano: “Abbiamo fatto il giro per problemi ai comandi di volo. L’aereo non rispondeva“. “Siamo pronti a riprendere la discesa con le indicazioni radar. Dateci il tempo di gestire la situazione poi guidateci fornendoci il vento in coda“. “Ok AF11, ho notato l’aereo deviare alla sua sinistra sul radar. Volete tornare sulla pista 26 sinistra?“. “Preferiremmo la pista 27 destra“, risponde il pilota. Alle 09:31 l’aereo è riuscito ad atterrare.

Gli esperti stanno analizzando i dati delle due scatole nere del velivolo: una registra gli audio dalla cabina, l’altra memorizza tutti i parametri di vol. Ma è ancora presto per capire se aprire un’indagine sull’accaduto,” ha spiegato un portavoce della Bea.

Air France ha confermato l’accaduto: “L’equipaggio ha gestito la situazione e ha fatto atterrare normalmente l’aereo dopo un secondo tentativo. Air France è rammaricata del disagio causato ai viaggiatori e ricorda che gli equipaggi sono formati e regolarmente istruiti su queste procedure, che sono utilizzate da tutte le compagnie aeree per garantire la sicurezza dei voli e dei passeggeri“.