Parco Aspromonte, Autelitano: “rafforzare la campagna antincendio coinvolgendo associazioni escursionistiche e pastori”

Per una lotta agli incendi più articolata ed efficace, il presidente Autelitano ha chiesto "ulteriori azioni per l’avvistamento dei focolai"

MeteoWeb

Rafforzare l’azione dell’Ente Parco Nazionale dell’Aspromonte in materia di prevenzione degli incendi boschivi, mediante il coinvolgimento delle associazioni escursionistiche e dei pastori, sulla scorta di analoghe esperienze positive maturate in altri parchi”.
È l’indirizzo sollecitato, con la massima urgenza, dal Presidente del Parco Nazionale dell’Aspromonte, Leo Autelitano, nel corso di una riunione interna svolta con gli uffici ed i funzionari preposti dell’Ente, al fine di pianificare e potenziare le attività di contrasto agli incendi boschivi e, contemporaneamente, consolidare gli interventi di sostegno agli allevatori per i danni da predazione prodotti dalla fauna selvatica.
Per una lotta agli incendi più articolata ed efficace, il presidente Autelitano ha chiesto “anche ulteriori azioni per l’avvistamento dei focolai o di altri fenomeni censurabili e pericolosi per il patrimonio naturale e ambientale dell’Area protetta”. Nel corso della riunione, inoltre, è stato affrontata la tematica relativa ai danni da fauna, sostenendo in tal senso l’attività degli allevatori, svolta in luoghi difficilissimi e ad alto rischio, di altissima utilità sotto il profilo sociale ed ambientale. Saranno approntate dall’amministrazione misure volte a contribuire una migliore convivenza tra uomo e animali selvatici.
Il presidente del Parco Nazionale dell’Aspromonte, Leo Autelitano, ha sollecitato gli uffici affinché le valutazioni di tipo amministrativo avvengano con la “massima urgenza” e celerità, in modo tale da fornire risposte tempestive ed esaurienti al territorio e alle comunità dell’Aspromonte.