Previsioni Meteo: instabilità in aumento nel weekend del 1° maggio

Previsioni Meteo: progressiva interferenza di un nucleo instabile nord-atlantico, con nubi e anche locali piogge, più estese domenica. I dettagli

MeteoWeb

L’evoluzione per il prossimo fine settimana, che coinciderà anche con la festività del primo maggio, continua a essere rappresentata dai modelli matematici all’insegna di un moderato peggioramento del tempo. Il debole campo di alta pressione presente nei giorni precedenti, verrebbe via via scalfito da un moderato flusso di correnti nordoccidentali, entro il quale agirebbe anche un debole vortice instabile alle quote medie atmosferiche in transito soprattutto sulle regioni centro-settentrionali. Per la prima parte del fine settimana, quindi essenzialmente per la giornata di sabato 30, la moderata struttura anticiclonica dovrebbe ancora resistere sulle regioni centro-meridionali, dove il tempo si manterrebbe ancora piuttosto stabile e soleggiato, salvo un po’ di nubi irregolari più nelle ore pomeridiane, soprattutto sui settori interni, ma senz’altro associato o al più qualche isolato fenomeno sui rilievi della Lucania.

Nubi più diffuse, invece, inizierebbero a riguardare le regioni settentrionali, qui anche con piogge e rovesci in intensificazione, soprattutto sui settori alpini, prealpini e su Ovest Piemonte, poi in giornata anche sul Piemonte meridionale e su gran parte della Liguria. Nella sera di sabato, rovesci più intensi tra la Lombardia nord-occidentale e il Trentino Alto Adige, qualche fenomeno debole anche sulle pianure centro-orientali della Lombardia, altrove tempo in miglioramento. Mediamente più asciutto sulle pianure orientali del Nord, sebbene con nubi irregolari anche qui diffuse. Per la festività del 1 maggio, la nuvolosità insisterà al Nord e diffusamente anche al Centro, con piogge e rovesci, ma piuttosto localizzati nella mattinata più probabili tra Lombardia, ovest Veneto, Trentino-Alto Adige, basso Piemonte, Emilia-Romagna e poi sulla Toscana e sul Nord Appennino. Al pomeriggio, rovesci e temporali diffusi dalla Toscana, Emilia-Romagna e poi anche verso Marche, Umbria, Abruzzo, fino ai rilievi molisani, localmente della Daunia pugliese e della Campania nordorientali, fino al Nord la Lucania. Ancora piogge e rovesci sparsi su Alpi e Prealpi, sulla Lombardia centro-orientale, sul Centro-Nord Veneto e sul Friuli-Venezia Giulia, anche sull’alto Piemonte e sul Levante ligure; qualche rovescio sulla Sardegna nordorientale, sui rilievi calabresi e occasionali sul Nordest della Sicilia. Nubi irregolari più estese a buona parte del paese, ma fenomeni in gran parte assenti sul resto dei settori o deboli occasionali. Sotto l’aspetto termico non sono attese grosse variazioni rispetto alla fase precedente, con valori stazionari e nelle medie stagionali, naturalmente leggermente più freschi lì dove presenti più nubi e fenomeni.