Previsioni Meteo: possibile fase anticiclonica nel medio-lungo periodo

Previsioni Meteo: benché l'evoluzione generale per il prosieguo di aprile computi diverse interferenze atlantiche con piogge ricorrenti, sembra delinearsi una fase più stabile per qualche giorno. Ecco quando

MeteoWeb

Nelle nostre previsioni meteo sul più lungo periodo, abbiamo da giorni evidenziato una tendenza a circolazione più umida e instabile di matrice atlantica a partire dalla terza decade del mese, quindi possibilità di piogge più ricorrenti sull’Italia nell’ultima parte di aprile. Questa dato tendenziale è confermato, tuttavia, dalle simulazioni ultime dei modelli matematici, traspare una fase in cui l’instabilità oceanica potrebbe interrompersi, con cavi depressionari probabilmente in azione temporanea più decentrata a Ovest e, invece, con possibile azione di una cresta anticiclonica nordafricana verso il Mediterraneo centrale e l’Italia.

Si tratterebbe, secondo le ultime simulazioni, di una fase che potrebbe durare intorno ai 3/4 giorni all’insegna di una maggiore stabilità in via generale, salvo un po’ di nubi irregolari qua e là e magari solo con qualche fenomeno locale sulle regioni alpine, prealpine, occasionalmente su qualche altra area settentrionale. Il periodo in questione all’insegna di una maggiore stabilità potrebbe realizzarsi nel corso della prossima settimana, essenzialmente nella prima parte, quindi mediamente dal 25 al 28 aprile, ma anche il Ponte del 25 aprile potrebbe essere in buona parte all’insegna di una prevalente stabilità, salvo fastidi al Nord. La configurazione barica attesa sul Mediterraneo centrale e sull’Italia potrebbe essere sulla falsariga di quella espressa nell’immagine in evidenza con, appunto, un moderato promontorio nordafricano in estensione verso l’Italia e, invece, l’onda instabile atlantica in azione verso la Spagna e l’Ovest Mediterraneo. Il campo termico per la fase considerata si porrebbe su valori mediamente sopra norma al Centro Sud, fino anche a 3/5° in più rispetto alla media, più o meno nella norma sulle regioni settentrionali, una fase, quindi, tutto sommato oltre che asciutta anche con clima abbastanza mite primaverile. Negli ultimi giorni del mese, il flusso instabile iberico potrebbe avanzare più verso Est e comportare un nuovo progressivo peggioramento anche su diverse nostre regioni. Maggiori dettagli sull’evoluzione del tempo  nel medio-lungo periodo nei nostri quotidiani aggiornamenti.