Continua il rialzo del Rublo, rivalutazione senza precedenti nella storia monetaria

Il Rublo è tornato ai livelli di dicembre, recuperando il 57% del proprio valore in poco più di due settimane

MeteoWeb

Continua il rialzo del Rublo, la valuta russa che il 27 febbraio aveva visto una svalutazione molto grave a causa delle pesantissime sanzioni alla Russia annunciate dal mondo occidentale. Il picco massimo della svalutazione è stato raggiunto il 7 marzo, quando per avere un euro servivano 148 Rubli, ma dal 27 marzo dopo l’annuncio di Putin sul pagamento in Rubli delle materie prime russe, la moneta russa si è rialzata in modo sempre più rapido, e sta continuando a farlo anche in queste ore.

Oggi pomeriggio, infatti, il Rublo ha raggiunto i minimi storici degli ultimi mesi: adesso per avere un euro bastano 84 Rubli, per una rivalutazione del 57% in poco più di una settimana. Era da dicembre che il Rublo non era così forte nello scambio con l’euro. Si tratta di un caso più unico che raro nella storia del mercato valutario, che ha fruttato una fortuna a quegli scommettitori finanziari che hanno azzardato l’acquisto di Rubli nel momento peggiore, puntando sulla sua ripresa, e oggi possono rivenderli rivalutando il proprio patrimonio in modo eccezionale. Ad esempio, chi avesse acquistato Rubli per mille euro appena due settimane fa, ne otteneva 148 mila che oggi potrebbe scambiare nuovamente incassando la bellezza di 1.760 euro, quasi il doppio rispetto all’investimento iniziale.

Analogo l’andamento di recupero del Rublo nei confronti del Dollaro americano.