Il terremoto dell’11 aprile a Ciciliano: risentimenti a Roma e dintorni

C'è stato un forte risentimento sismico per il terremoto dell’11 aprile di magnitudo 3.4 che si è verificato alle 22:21, con epicentro a Cicilano

MeteoWeb

La figura in alto mostra dove è stato avvertito il terremoto dell’11/04/2022 di magnitudo ML 3.4 alle ore 22:21 (italiane) localizzato dalla Rete Sismica Nazionale in provincia di Roma, nel comune di Ciciliano (l’epicentro è mostrato dalla stella viola). I dati derivano da 750 questionari compilati sul sito Hai Sentito Il Terremoto dell’INGV (https://www.hsit.it/) dai cittadini che hanno fornito l’indirizzo in cui erano al momento dell’evento (arancione=avvertito, blu=non avvertito). Data l’ora serale dell’evento sismico, la maggioranza degli osservatori (70%) hanno riportato di essere fermi e quindi particolarmente sensibili alle deboli vibrazioni (quando si è in movimento la sensibilità ai piccoli scuotimenti è molto ridotta). Dalla figura si nota che mediamente il terremoto è stato avvertito fino ad una distanza di 30-40 km dall’epicentro. All’interno del Raccordo Anulare di Roma la zona di maggior percezione è nell’area Nord-Est in corrispondenza dei sedimenti dal Paleotevere, come osservato anche durante la sequenza aquilana del 2009, con qualche raro risentimento sparso in altre zone. A Sud dell’epicentro il sisma è stato avvertito fino a tutti i Colli Albani, mentre ad Est vi sono meno segnalazioni a causa della minor densità di popolazione.

Per approfondire:

https://ingvterremoti.com/2018/11/26/hai-sentito-il-terremoto-il-progetto-di-citizen-seismology-dellingv-per-contribuire-attivamente-alla-ricerca-scientifica/

https://ingvterremoti.com/2020/04/17/effetti-del-terremoto-onde-sismiche-ed-oscillazione-dei-lampadari/

A cura di: Paola Sbarra, Patrizia Tosi e Valerio De Rubeis (INGV)