Ucraina: “i russi hanno rubato 133 sostanze radioattive letali da Chernobyl”

"Anche una piccola parte di questa attività è mortale se gestita in modo non professionale", ha affermato l'Agenzia statale ucraina per la gestione della zona di esclusione

MeteoWeb

Le forze russe che hanno occupato la centrale nucleare di Chernobyl hanno rubato sostanze radioattive dai laboratori di ricerca che potrebbero potenzialmente ucciderli. Lo afferma l’Agenzia statale ucraina per la gestione della zona di esclusione su Facebook, citata dalla BBC. L’Agenzia ucraina ha dichiarato su Facebook che le truppe russe sono entrate in un’area di stoccaggio della base di ricerca dell’Ecocentre e hanno rubato 133 sostanze altamente radioattive.

“Anche una piccola parte di questa attività è mortale se gestita in modo non professionale“, ha affermato l’agenzia, aggiungendo che “la localizzazione delle sostanze rubate è attualmente sconosciuta“.

Nei giorni scorsi, il Ministro dell’Energia ucraino, Gulashchenko, ha affermato che i soldati russi si sono esposti a una quantità “scioccante” di radiazioni nucleari, affermando che alcuni di loro potrebbero avere meno di un anno di vita. “Hanno scavato terreno nudo contaminato da radiazioni, raccolto sabbia radioattiva in sacchi per la fortificazione, respirato questa polvere”, ha detto Gulashchenko.

Ai soldati russi che hanno scavato trincee a Chernobyl resta un anno di vita | FOTO