Arriva l’eclissi della Luna di Sangue: cosa succederà il 16 maggio

La Luna si tingerà di rosso, immersa nel cono d'ombra proiettato dal nostro pianeta

MeteoWeb

Nella notte tra 15 e 16 maggio milioni di persone nel mondo rivolgeranno lo sguardo al cielo, dove sarà protagonista la Luna, che si tingerà di rosso (da qui il nome “Luna di Sangue”, “Blood Moon”), immersa nel lungo cono d’ombra proiettato nello Spazio dal nostro pianeta. Meteo permettendo, gli skywatcher del cielo in gran parte in America, Europa e Africa potranno ammirare uno degli spettacoli più belli della natura: un’eclissi lunare totale.

A differenza di un’eclissi solare totale, che spesso richiede un lungo viaggio verso il percorso della totalità, le eclissi lunari di solito possono essere osservate senza particolari difficoltà. Il passaggio della Luna piena attraverso l’ombra della Terra è ugualmente visibile da tutti i luoghi all’interno dell’emisfero in cui la Luna è sopra l’orizzonte.

La fase di totalità dell’imminente eclissi lunare totale di maggio 2022 sarà visibile in gran parte del Nord America, in tutto il Sud America, nell’Europa centrale e occidentale e in gran parte dell’Africa (tranne l’estrema parte orientale), con un potenziale pubblico di 2,7 miliardi di persone.

Vedere questo spettacolo celeste sarà semplice: a differenza di un’eclissi solare, che richiede speciali precauzioni di osservazione per prevenire danni agli occhi, un’eclissi lunare non richiede particolari accorgimenti: lo spettacolo è visibile a occhio nudo, ma un binocolo o un telescopio potranno fornire una visuale più piacevole.

Un gioco di ombre

L’eclissi inizia quando la Luna entra nella penombra, la debole porzione esterna dell’ombra terrestre, circa un’ora prima che inizi a muoversi nell’ombra, cioè l’ombra oscura interna della Terra. La penombra è quasi invisibile agli occhi fino a quando la Luna non si immerge profondamente in essa. Gli spettatori potranno intravedere la penombra come una debole “macchia” sulla parte sinistra del disco lunare intorno alle 04:10 ora italiana del 16 maggio. La parte più evidente di questa eclissi arriverà quando il satellite inizierà a entrare nell’ombra. Una piccola area di oscurità inizierà ad apparire sul bordo inferiore sinistro della Luna alle 04:28. La Luna dovrebbe impiegare 3 ore, 27 minuti e 58 secondi per passare completamente attraverso l’ombra.

Purtroppo, in Italia non avremo il privilegio di seguire il fenomeno fino alla fase di totalità, perché nel frattempo la Luna sarà scesa verso l’orizzonte, tramontando poco prima delle 6 (senza contare che dopo le 5 il cielo inizierà già a rischiararsi). In ogni caso, sarà possibile osservare la progressione della fase che precede la totalità, seguendo la Luna (ad occhio nudo o con strumenti) in direzione Sud/Ovest finché non sparirà sotto l’orizzonte.

La totalità

Per i luoghi in cui la Luna rimane sopra l’orizzonte per tutto il tempo, la fase di totalità dell’eclissi durerà 85,5 minuti, a partire dalle 03:28 UTC del 16 maggio (le 05:28 ora italiana). Durante la totalità, sebbene il satellite sarà completamente immerso nell’ombra della Terra, non scomparirà dalla vista. Piuttosto, sembrerà diventare di un rosso ramato, un effetto causato dall’atmosfera terrestre: poiché l’ombra della Terra è a forma di cono e si estende nello Spazio per circa 1,39 milioni di km, la luce solare viene filtrata attraverso una sorta di “doppio tramonto”, tutto intorno al bordo della Terra, nella sua ombra e poi sulla Luna.

Credit: ESA/Hubble, M. Kornmesser

Alla distanza della Luna dalla Terra (362.100 km), il diametro dell’ombra terrestre è 9.300 km, o 2,7 volte il diametro della Luna: quindi il satellite si immerge “comodamente” nell’ombra della Terra.

Al momento della totalità media (04:12 GMT, 06:12 ora italiana), la Luna si troverà direttamente sopra Sucre, in Bolivia. Si muoverà attraverso la parte meridionale dell’ombra, e secondo EclipseWise, a metà della totalità, la parte superiore della Luna apparirà più scura mentre la metà meridionale apparirà di una tonalità più brillante di rosso o addirittura arancio ramato. In ogni caso, come apparirà la Luna dipenderà dall’atmosfera terrestre al momento dell’eclissi.

La Luna tramonterà all’inizio della totalità su porzioni dell’Africa centro-orientale e dell’Europa centro-occidentale. Come detto, a causa della bassa quota e del luminoso crepuscolo mattutino, gli skywatcher in queste aree (Italia compresa) non potranno vedere la fase “clou” dell’evento.

La Luna uscirà completamente dall’ombra terrestre alle 05:55 UTC (le 07:55 ora italiana) e l’ultima parte della penombra dovrebbe svanire intorno alle 06:12 UTC (08:12 ora italiana).