Energia, con le scarse piogge calo del 30% della produzione idroelettrica

L'incremento del costo dell'energia è un problema anche per le stesse aziende che producono energia

MeteoWeb

La produzione idroelettrica sta soffrendo, con un -30% rispetto alla media degli ultimi dieci anni, non avendo piovuto per tutto l’inverno“. E’ quanto dichiarato dall’ad di A2a, Renato Mazzoncini, a commento dei risultati del primo trimestre durante una conference call. “L’incremento del costo dell’energia – ha aggiunto Mazzoncini – è un problema anche per le aziende come la nostra che producono energia. Ci auguriamo che il mondo torni al più presto possibile ad una normalità. Quanto al trimestre appena chiuso, ha sottolineato Mazzoncini. Abbiamo avuto dei ricavi incrementati in maniera enorme, figli dell’aumento dei costi energetici ma che hanno la contropartita dei costi di approvvigionamento”. E ha concluso: ”Un dato importante da sottolineare riguarda gli investimenti. Abbiamo lanciato nel 2021 un piano molto importante, fondamentale per la transizione ecologica, che abbiamo rafforzato ulteriormente nel gennaio 2022. Un piano che aveva dimostrato una capacità di accelerazione e che si ancora conferma solido”.