Covid: la FDA autorizza la terza dose per i bambini di 5-11 anni

La somministrazione del booster potrà avvenire almeno 5 mesi dopo l'inoculazione della prima serie completa del vaccino Pfizer sui bambini

MeteoWeb

La Food and Drug Administration (FDA), l’agenzia del farmaco americana, ha autorizzato la terza dose del vaccino anti-Covid di Pfizer-BioNTech per i bambini dai 5 agli 11 anni negli USA. L’autorizzazione si basa su uno studio della risposta immunitaria di un gruppo di bambini che ha già permesso, nell’ottobre 2021, l’approvazione dell’uso del ciclo completo del vaccino di Pfizer per questa fascia di età. La somministrazione del booster potrà avvenire almeno 5 mesi dopo l’inoculazione della prima serie completa del vaccino Pfizer sui bambini. Negli USA – su 28 milioni di bambini di quell’età – solo 8 milioni hanno ricevuto le necessarie prime due dosi.

Peter Marks, capo della divisione FDA responsabile per i vaccini, ha affermato che l’efficacia del vaccino diminuisce nel tempo dopo la seconda dose e per questo la FDA ha stabilito che i benefici di una terza dose superano i rischi. “Sebbene il Covid-19 sia generalmente meno grave nei bambini rispetto agli adulti, l’ondata della variante Omicron ha colpito un maggior numero di bambini, anche ricoverati”, ha dichiarato in un comunicato il commissario della FDA Robert M. Califf. Secondo la FDA, “alcuni di questi bambini potrebbero subire effetti a lungo termine, anche se al momento dell’infezione non presentavano sintomi molto gravi”.

I Centri per il controllo e la prevenzione delle malattie (CDC) confermeranno con tutta probabilità l’indicazione della FDA. La riunione degli esperti dei CDC per discutere la questione è prevista nei prossimi giorni.

Pochi mesi fa, la FDA aveva autorizzato la dose di richiamo per i ragazzi fra i 12 e i 15 anni, mentre i piccoli sotto i 5 anni non possono essere vaccinati.