Gas: Spagna e Portogallo fissano un tetto ai prezzi temporaneo

Secondo il Ministro dell'Energia spagnolo, la mossa di oggi ridurrebbe immediatamente i costi per oltre un terzo delle famiglie e per il 70% delle industrie

MeteoWeb

La Spagna e il Portogallo hanno fissato un tetto temporaneo al prezzo di riferimento del gas utilizzato dalle centrali elettriche. Due settimane fa, la Commissione europea aveva deciso di autorizzare i due Paesi a fissare inizialmente un tetto massimo ai prezzi di 40 euro per megawattora, con un limite medio di 50 euro nei prossimi 12 mesi.

Secondo Teresa Ribera, Ministro dell’Energia spagnolo, la mossa di oggi ridurrebbe immediatamente i costi per oltre un terzo delle famiglie e per il 70% delle industrie. Ribera ha aggiunto che entro un anno ne beneficeranno tutti i consumatori. “La Spagna, con questa decisione, sta guidando un cambiamento strutturale nella politica energetica europea”, ha dichiarato il portavoce del governo Isabel Rodriguez nel corso di una conferenza stampa a Madrid.

Secondo i dati dell’operatore spagnolo Mibgas, il contratto del gas è oggi scambiato a 79 euro per MWh, circa quattro volte di più rispetto a un anno fa.