Il Giappone riavvierà le centrali nucleari inattive

Il governo non intende sostituire le centrali nucleari esistenti con strutture nuove

MeteoWeb

Il Giappone prenderà provvedimenti per riavviare le centrali nucleari inattive per sfruttare al massimo l’energia nucleare allo scopo di stabilizzare i prezzi e l’offerta dell’energia: lo ha affermato oggi il primo ministro Fumio Kishida. “Con priorità relativamente alla sicurezza, adotteremo misure concrete per riavviare” gli impianti, “mentre il governo non sta considerando di sostituire” le centrali nucleari esistenti con strutture nuove, ha dichiarato Kishida al parlamento.

Dopo il disastro di Fukushima, nel 2011, il Paese ha bloccato il suo intero comparto nucleare civile, che forniva circa il 30% del fabbisogno energetico complessivo. Ad oggi sono tornati in funzione solo 9 reattori dei 54 precedentemente operativi, mentre 24 sono stati dismessi o verranno dismessi nel prossimo futuro.