Svelato il mistero dell’impronta gigante sulla spiaggia di Termoli

Dal Molise parte una grande campagna di comunicazione

MeteoWeb

E’ stato svelato il mistero dell”impronta gigante apparsa ieri mattina all’alba sulla spiaggia di Termoli: E.On, uno dei principali operatori energetici italiani, dal Molise lancia una grande campagna di comunicazione per sensibilizzare tutti gli italiani sul tema della Carbon Footprint generata dall’uomo. Si tratti di un’installazione unconventional (di 23 metri) che rappresenta il piede di un gigante del peso di 7 tonnellate, il quantitativo di CO2 prodotto, in media, secondo fonti Istat 2019, da ognuno di noi nell’arco di un anno: una quantità enorme, ma invisibile, che ci rende dei giganti che pesano sull’ambiente.

Se in media un uomo che pesa 80 kg ha un piede lungo 26 cm, l’impronta di un gigante che pesa 7 tonnellate sarebbe grande esattamente 23 metri. Un ‘peso’ non più sostenibile per il pianeta ed è per questo che E.On ricorda che è l’ora di agire: occorre attivarsi concretamente verso un’importante riduzione dei consumi energetici, per aumentare l’efficienza energetica, per rendere l’energia verde la fonte primaria in tutti i settori, scegliendo soluzioni energetiche green e riducendo il proprio impatto sul Pianeta, per accelerare in maniera importante la transizione ecologica.

L’opera non convenzionale è stata ideata dall’agenzia Dlv Bbdo e realizzata interamente a mano senza mezzi meccanici né additivi chimici nel rispetto dell’ambiente da ‘L’Accademia della Sabbia’, un gruppo di Artisti specializzati nella lavorazione della sabbia: sarà visibile sulla spiaggia di Termoli fino all’8 maggio.

Da Termoli prende il via il progetto di comunicazione a 360 gradi di E.On, che prevede una serie di azioni e investimenti media online e offline, con un focus sulla comunicazione social, digital, street marketing, affissioni, stampa locale e nazionale, speciali editoriali.