La richiesta degli USA al brasiliano Petrobras sulla produzione di petrolio

Gli USA avrebbero chiesto alla compagnia petrolifera statale brasiliana Petrobras di aumentare la produzione di greggio dopo l'aumento dei prezzi a seguito dell'invasione russa in Ucraina

MeteoWeb

A marzo, i funzionari del governo degli Stati Uniti hanno chiesto alla compagnia petrolifera statale brasiliana Petrobras se poteva aumentare la produzione di greggio dopo che l’invasione russa dell’Ucraina aveva fatto salire alle stelle i prezzi globali, hanno detto a Reuters tre fonti anonime a conoscenza della questione. Ma sono tornati a mani vuote, hanno detto le fonti.

I funzionari di Petrobras hanno risposto che una tale mossa non era sul tavolo a causa di obiettivi strategici e ostacoli logistici, hanno affermato tutte e tre le fonti. Quei funzionari hanno aggiunto, tuttavia, che Petrobras stava aumentando la produzione a medio termine come parte di un piano annunciato per aggiungere 500.000 barili al giorno di produzione di greggio entro il 2026. Il Brasile è il nono produttore mondiale di petrolio.

Stiamo facendo tutto il possibile con i nostri alleati e partner per mitigare gli impatti economici delle azioni russe su altre economie come il Brasile“, ha detto un portavoce del Dipartimento di Stato americano in una dichiarazione a Reuters. “Stiamo lavorando con le società energetiche per aumentare la loro capacità di fornire energia al mercato, in particolare con l’aumento dei prezzi”. Il portavoce non ha commentato in modo specifico l’incontro di marzo con i funzionari di Petrobras.

Petrobras ha negato in una dichiarazione che si fosse verificato un incontro con “rappresentanti del Dipartimento di Stato degli Stati Uniti” e non ha risposto a una richiesta di commento quando gli è stato chiesto se fosse stato contattato da qualsiasi altra agenzia governativa degli Stati Uniti.

Washington ha dato un’ampia spinta diplomatica per garantire le forniture globali di petrolio e mantenere un controllo sui prezzi dopo l’invasione dell’Ucraina da parte di Mosca. I funzionari statunitensi hanno anche cercato di migliorare le relazioni con il governo di destra del Presidente Jair Bolsonaro, nonostante i disaccordi sulla guerra in Ucraina e sulla politica ambientale.

Funzionari statunitensi hanno anche chiesto ai produttori nazionali di aumentare la produzione. Sempre a marzo, funzionari statunitensi si sono recati in Venezuela per i primi colloqui bilaterali ad alto livello da anni. Le parti hanno discusso l’allentamento di alcune sanzioni petrolifere al Venezuela.

Ad aprile, il Ministro brasiliano delle miniere e dell’energia Bento Albuquerque ha detto a Reuters di aver incontrato il segretario all’energia degli Stati Uniti Jennifer Granholm due volte per discutere del ruolo della nazione sudamericana nel tenere sotto controllo i prezzi globali del greggio. Pochi dettagli sui colloqui tra governo e governo sono emersi in precedenza.