Roscosmos firma un contratto per progettare una stazione spaziale russa

La Russia punta a creare la propria stazione spaziale: firmato il contratto per elaborare il design concettuale dell'avamposto

MeteoWeb

L’agenzia spaziale russa Roscosmos e la Energia Space Rocket Corporation hanno firmato un contratto statale per elaborare il design concettuale di una futura stazione orbitale nazionale, secondo quanto riporta l’agenzia di stampa russa Tass, citando materiali pubblicati sul sito web degli appalti del governo.

L’appaltatore generale dovrà intraprendere un incarico da parte del cliente per svolgere un lavoro di ricerca e sviluppo intitolato: “Creare il complesso spaziale della stazione orbitale russa”, si legge nel contratto statale. Il lavoro ai sensi del contratto statale deve essere completato il 31 marzo 2024. Il contratto vale quasi 2,69 miliardi di rubli (circa 41 milioni di dollari).

Come specificato dalla Energia Space Rocket Corporation, il lavoro sul design concettuale della futura stazione è già in corso. “Nell’aprile di quest’anno, Roscosmos ed Energia hanno firmato un contratto per elaborare il design concettuale del complesso spaziale della stazione orbitale russa e lo staff di Energia ha già svolto un lavoro in quest’area da un po’ di tempo su istruzione del capo di Roscosmos“, ha detto l’ufficio stampa di Energia.

Gli specialisti hanno anche calcolato il costo della consegna di 1kg di merci, il costo dell’installazione della stazione nella sua configurazione iniziale e del trasferimento di veicoli spaziali dall’orbita della stazione all’orbita quasi lunare. Questa prima fase dovrebbe essere completata entro giugno di quest’anno e i suoi risultati saranno esaminati dal Consiglio scientifico e tecnico di Roscosmos.

La seconda fase, che durerà fino a marzo 2024, prevede di elaborare il design concettuale e le specifiche della stazione orbitale in base ai risultati della prima fase di progettazione. Gli specialisti studieranno inoltre le questioni del fornire comunicazioni alla nuova stazione orbitale, della formazione di cosmonauti, della fornitura di medicinali, delle opzioni di funzionamento nelle modalità con equipaggio e senza equipaggio, dell’uso di sistemi robotici e altre questioni ancora.

Nell’aprile 2021, il vice primo ministro russo Yury Borisov ha annunciato che la condizione della Stazione Spaziale Internazionale (ISS) ha lasciato molto a desiderare e la Russia potrebbe concentrarsi sulla creazione del proprio avamposto orbitale. Alla russa Energia Space Rocket Corporation è stato assegnato il compito di rendere pronto il primo modulo di base per una nuova stazione orbitale russa nel 2025.

Il Consiglio scientifico e tecnico di Roscosmos ha raccomandato che il lavoro sulla creazione del progetto tecnico della nuova stazione orbitale russa fosse incluso nel programma spaziale federale del 2025. Alla fine di febbraio di quest’anno, il capo di Roscosmos Dmitry Rogozin ha dichiarato che sarebbe difficile attuare contemporaneamente il progetto ISS e il progetto di costruzione di un nuovo avamposto orbitale nazionale a causa di vincoli finanziari.