Guerra Ucraina: la Russia simula il lancio di missili nucleari

MeteoWeb

L’esercito russo ha simulato il lancio di missili nucleari nell’enclave di Kaliningrad, tra Polonia e Lituania: lo ha reso noto il Ministero della Difesa russo precisando che le unità di combattimento impiegate hanno anche effettuato “operazioni in condizioni di radiazioni e contaminazione chimica“.

In particolare, sono stati effettuati “lanci elettronici” di sistemi di missili balistici mobili Iskander con capacità nucleare. Le forze russe si sono esercitate in attacchi singoli e multipli contro obiettivi che imitano i lanciatori di sistemi missilistici, campi d’aviazione, infrastrutture protette, attrezzature militari e posti di comando di un finto nemico. Dopo i lanci “elettronici“, i militari hanno effettuato una manovra per cambiare la loro posizione ed evitare “un possibile attacco di rappresaglia“, ha spiegato il Ministero della difesa. Le esercitazioni avrebbero coinvolto più di 100 militari.

La Russia ha messo in allerta le proprie forze nucleari poco dopo l’invasione dell’Ucraina lo scorso 24 febbraio.