Spazio, Colao: “l’industria italiana si rafforza, aperta rete di alleanze”

MeteoWeb

Nell’ambito dei recenti trattati firmati con la Francia incentrati su Spazio e innovazione digitale, il governo sta “da una parte rafforzando l’industria italiana ma dall’altra parte anche aprendo una rete di possibili alleanze soprattutto per l’Osservazione della Terra che miri a sfruttare le nostre forze industriali“: è quanto ha affermato questa mattina il Ministro Vittorio Colao, in audizione alla Commissione Esteri. “Per sostenere la nostra industria è importante investire sullo sviluppo e l’aggiornamento delle competenze umane del settore, favorire i trasferimenti tecnologici, intensificare i rapporti di filiera con le PMI e incentivare i co-investimenti pubblico-privati e le partnership commerciali“.

Colao ha ribadito che con il PNRR l’Italia ha raddoppiato il budget messo a disposizione dell’industria spaziale perché ha l’ambizione di guidarla insieme alla Francia, più forte in questo settore dove agisce da più tempo. L’investimento già stanziato da 2,3 miliardi è diventato di 4,6 miliardi “rinnovando coì ambizioni italiane” con interventi su 4 macro direttrici: le comunicazioni satellitari sicure (SatCom), l’Osservazione della Terra, “dove prevediamo di investire oltre 1 miliardo del PNRR, abilitando tutta una serie di servizi a terra a favore sia della domanda istituzionale che dello sviluppo di un mercato commerciale; i sistemi di accesso allo spazio sollecitati, i cosiddetti Servizi in orbita, nella fornitura di moduli per l’occupazione dello spazio LEO e dello spazio cislunare, per poterci posizionare al meglio nell’esplorazione lunare“. “Abbiamo una grande capacità di investimenti ma anche una ambizione strategica in cui tradizionalmente eravamo un po’ meno leader,” ha concluso Colao