Vento e siccità per incendi inarrestabili negli USA occidentali | FOTO

I Vigili del Fuoco nel nord del New Mexico affermano che le fiamme del più grande incendio negli Stati Uniti sono diventate inarrestabili

  • Foto di Etienne Laurent / Ansa
    Foto di Etienne Laurent / Ansa
  • Foto di Etienne Laurent / Ansa
    Foto di Etienne Laurent / Ansa
  • Foto di Etienne Laurent / Ansa
    Foto di Etienne Laurent / Ansa
  • Foto di Etienne Laurent / Ansa
    Foto di Etienne Laurent / Ansa
  • Foto di Etienne Laurent / Ansa
    Foto di Etienne Laurent / Ansa
  • Foto di Etienne Laurent / Ansa
    Foto di Etienne Laurent / Ansa
  • Foto di Etienne Laurent / Ansa
    Foto di Etienne Laurent / Ansa
  • Foto di Etienne Laurent / Ansa
    Foto di Etienne Laurent / Ansa
  • Foto di Etienne Laurent / Ansa
    Foto di Etienne Laurent / Ansa
/
MeteoWeb

Dal New Mexico al Colorado e parti del Midwest, oggi sono stati emesse allerte rosse per pericolo estremo di incendi a causa di bassi livelli di umidità, venti irregolari e alte temperature. La stessa combinazione di condizioni meteorologiche ha contribuito nell’ultimo mese a incendi primaverili molto più gravi del normale negli Stati Uniti.

È un altro giorno di forti venti ai piedi delle Montagne Rocciose, dove gli incendi stanno bruciando le foreste di pini di Ponderosa, minacciando numerose piccole comunità. I Vigili del Fuoco nel nord del New Mexico affermano che le fiamme del più grande incendio negli Stati Uniti sono diventate inarrestabili. L’incendio ha incenerito più di 1.000km² da quando è iniziato il mese scorso. I venti hanno reso difficile il volo degli aerei per aiutare il lavoro dei Vigili del Fuoco a terra, ma alcuni aerei sono riusciti a rilasciare il ritardante nonostante le raffiche di vento in alcune aree superiori a 72km/h. Alcuni ordini di evacuazione sono stati allentati lungo il fianco meridionale dell’incendio vicino alla città di Las Vegas, nel New Mexico. Oltre 1.800 agenti sono impegnati a combattere l’incendio e le condizioni meteorologiche dovrebbero migliorare domani, venerdì 13 maggio.

Il fuoco ha già bruciato un paesaggio boschivo ritenuto sacro dai suoi residenti rurali, molti dei quali hanno perso le case che sono state delle loro famiglie per generazioni. Alcuni residenti evacuati a cui è stato permesso di tornare a casa hanno trovato solo macerie carbonizzate. Le autorità hanno previsto che il numero di case bruciate dall’incendio aumenterà notevolmente quando sarà sicuro fare valutazioni delle aree che stanno ancora bruciando.

I soccorritori stanno anche combattendo un piccolo incendio nel New Mexico vicino al Los Alamos National Laboratory, una struttura governativa chiave per la ricerca nucleare. La maggior parte dei dipendenti ha iniziato a lavorare in remoto questa settimana mentre il laboratorio e le persone che vivono nella città di Los Alamos si preparano a possibili evacuazioni.

Nel frattempo, i venti nel sud della California hanno fatto volare le braci nella comunità costiera di Laguna Niguel. Più di 20 case, molte delle quali ville multimilionarie, sono andate distrutte (vedi foto della gallery scorrevole in alto). Ieri sera, le fiamme sono state spente e non sono stati segnalati feriti. L’incendio della California è stato molto più piccolo dell’incendio del New Mexico che ha bruciato almeno 170 case, ma Brian Fennessy, capo dell’Autorità antincendio della contea di Orange, ha affermato che la siccità e il cambiamento climatico si sono combinati per rendere incendi che un tempo erano facili da contenere estremamente pericolosi per persone e proprietà.