Siccità in Liguria: bomba di mortaio inesplosa emerge dal torrente Arroscia

L’ordigno, probabilmente risalente alla II Guerra Mondiale, sarà neutralizzato nei prossimi giorni

MeteoWeb

Dal torrente Arroscia, in secca, è emersa una bomba da mortaio inesplosa del diametro di 81 millimetri. L’ordigno, probabilmente risalente alla II Guerra Mondiale, è stato rinvenuto dalla Guardia di Finanza. L’intera area, in provincia di Imperia, è stata recintata a scopo cautelativo.

L’ordigno sarà neutralizzato, nei prossimi giorni dagli artificieri dell’esercito appartenenti al 32/mo reggimento Genio Guastatori della Brigata Alpina Taurinense, che soltanto nel 2021 ha già effettuato 520 interventi analoghi (per ordigni di dimensioni diverse), tra Liguria, Piemonte e Valle D’Aosta. Non si esclude la possibilità che la bomba sia caduta in un’altra località più a nord e che sia stata portata a valle dall’acqua del fiume.