Previsioni Meteo, FOCUS sulla potente fiammata nordafricana della prossima settimana

Previsioni Meteo: nella prima parte della prossima settimana il ruggito più possente dell'onda "infuocata" nord-africana. Attesi valori fino a +43/+44°C

MeteoWeb

In queste ultime ore si stanno toccando punte roventi di temperatura soprattutto sulle regioni meridionali. In particolare la Sicilia ha fatto registrare ieri una punta di +42°C a Enna con replica quest’oggi a Caltagirone nel Catanese. Altri valori diffusi sui +40/+41°C sull’isola e ricorrenti tra +35/+37/+38°C sui settori pianeggianti peninsulari. Per il fine settimana è attesa leggermente in attenuazione l’onda rovente, benchè sempre con super-caldo persistente, ma l’illusione di un’aria più respirabile durerà poco.

Infatti, i modelli matematici confermano l’allungo verso Nord di un nuovo possente promontorio del fronte sub-tropicale in direzione del Mediterraneo centrale già a stretto giro, ossia per la prima parte della prossima settimana e, quindi, per gli ultimi 3-4 giorni del mese. Responsabile della nuova​ onda rovente di matrice sub-sahariana algerina sarà una ennesima verticalizzazione del ramo instabile Nord-oceanico verso i settore iberici. I ricorrenti cavi depressionari verso quella parte occidentale europea, ma con azione ondulata riflessa fino all’entroterra marocchino, esacerbano ancora di più il promontorio nordafricano verso i settori centrali del Mediterraneo, incentivando l’onda calda sull’Italia. Dunque, da lunedì 27 e poi per gran parte della prossima settimana, almeno fino a mercoledì 29/ giovedì 30, prepariamoci ad un’altra, intensa ondata di calore con buona probabilità ancora più potente di quella di questi questi giorni e di queste ore. Come visibile dalla mappa termica interna, l’anomalia positiva potrebbe spingersi fino a 8/10 gradi sulle regioni centro meridionali, con valori massimi sui +35/+37°C in pianura al Nord, +38/+39°C al Centro e +40/+41°C in Sardegna; possibili valori estremi fino a +42/+44°C sulle aree interne meridionali e in Sicilia. Nel frattempo da rilevare ancora possibili infiltrazioni di aria più umida verso alcune regioni settentrionali con opportunità per altri temporali, soprattutto sui settori alpini e prealpini centro-occidentali, localmente verso anche alcune aree di pianura più alte. Maggiori dettagli sull’ennesima onda rovente di fine mese nei nostri quotidiani aggiornamenti.