Asteroidi, un radar gigantesco per evitare l’impatto sulla Terra: il progetto della Cina

Il China Fuyan farà rimbalzare i segnali dagli asteroidi per determinare quanto sono pericolosi per la Terra: in cosa consiste il progetto

MeteoWeb

Un'importante università cinese ha iniziato a costruire una serie di oltre 20 grandi antenne radar per tracciare asteroidi potenzialmente pericolosi per la Terra. Il progetto, chiamato China Fuyan (o "occhio composto"), è guidato dal Beijing Institute of Technology. L'array mira a far rimbalzare i segnali dagli asteroidi che si trovano entro 150 milioni di chilometri dalla Terra (più o meno la distanza del sole) per visualizzare e tracciare gli oggetti e determinare la possibilità che possano avere un impatto sul nostro pianeta. 

Finora sono state costruite due antenne in un sito a Chongqing, nel sud della Cina. La coppia dovrebbe essere testata e diventare operativa entro settembre, secondo il quotidiano in lingua cinese Science and Technology Daily, che per primo ha riportato la notizia. 

Il sistema, una volta completo, includerà più di 20 antenne radar, ciascuna con un diametro da 25 a 30 metri. I giornali cinesi affermano che sarà il sistema radar che arriva alla maggior distanza al mondo, ma sono disponibili pochi dettagli sul progetto, come le lunghezze d'onda a cui opererà. 

Long Teng, Presidente del Beijing Institute of Technology, ha dichiarato al quotidiano di Pechino Global Times che il progetto soddisferà i requisiti del Paese per la difesa vicino alla Terra e la capacità di rilevamento dello spazio, così come studi di frontiera sulla formazione degli asteroidi. Il sistema potrebbe anche avere applicabilità per il tracciamento di satelliti e detriti in orbita terrestre. 

Ad aprile, la China National Space Administration ha annunciato che sta lavorando a un piano di difesa planetaria che include il tracciamento di oggetti vicini alla Terra e il lancio di una missione di test di deflessione di asteroidi nei prossimi anni.