Siccità, guide alpine: sospese salite sulla via normale svizzera al Cervino

La decisione "è stata presa dalle guide alpine che hanno monitorato la situazione giorno per giorno"

MeteoWeb

A causa delle condizioni in alta quota legate alla siccità, le guide alpine hanno per il momento deciso di non accompagnare più i loro clienti lungo la via normale svizzera al Cervino: lo ha reso noto il Collegio nazionale guide alpine italiane. La scelta dei professionisti elvetici di Zermatt e Verbier segue quelle analoghe delle guide alpine valdostane e francesi, dovute a pericoli come le cadute di sassi. In Valle d'Aosta è stata temporaneamente sospesa la vendita delle salite lungo la via normale italiana al Cervino e della Gengiva e del Dente del Gigante verso la Cresta di Rochefort, sul massiccio del Monte Bianco. I professionisti di Chamonix e Saint-Gervais (Francia) hanno deciso di non percorrere più, per il momento, la via normale francese al Monte Bianco dal rifugio del Gouter. Le scelte coinvolgono anche il massiccio del Monte Rosa, dove è "vivamente sconsigliato il tour al Polluce (tra Valle d'Aosta e Vallese) in giornata". La decisione "è stata presa dalle guide alpine che hanno monitorato la situazione giorno per giorno e, preso atto delle condizioni particolarmente delicate di queste ultime settimane causate da un rialzo termico importante, hanno ritenuto necessario rinviare le salite al miglioramento delle condizioni".