Asfalto sciolto e fuga nei rifugi sotterranei: ondata di caldo anomala in Cina, +40°C a Shanghai

La Cina sta vivendo un'estate caratterizzata da ondate di caldo e piogge torrenziali

MeteoWeb

Ondata di caldo anomala in Cina: in molte grandi città, tra cui Shanghai, sono stati registrati +40°C, e sono state segnalate deformazioni del manto stradale, danni alle tegole dei tetti, spingendo le persone alla ricerca di luoghi freschi, fino ai rifugi antiaerei sotterranei. Circa 90 città hanno portato l'allarme a livello rosso, il più alto in un sistema di 3 gradi.

Secondo i meteorologi del China Weather Network l'ondata di calore proseguirà fino al 16 luglio, quando potrebbe registrarsi un miglioramento, per l'arrivo delle piogge. Shanghai, che sta ancora combattendo contro i contagi di SARS-CoV-2, ha chiesto ai quasi 26 milioni di residenti a prepararsi a un caldo eccezionale per tutta la settimana. Dall'inizio delle rilevazioni delle temperature nel 1873, Shanghai ha registrato appena 15 giorni oltre i +40°C.

In una città nella provincia meridionale di Jiangxi l'asfalto stradale si è sciolto per il caldo, ha riferito il network statale Cctv. Nanchino, nota per le loro torride estati, ha aperto i suoi rifugi antiaerei sotterranei, dotati di Wi-Fi, libri, distributori d'acqua , pur di offrire un po' di refrigerio. A Chongqing, le tegole di un tetto di un museo sono scoppiate per la liquefazione del catrame sottostante. Temperature estreme sono state segnalate anche nelle province di Jiangsu, Zhejiang, Anhui, Hubei e Sichuan.