Clima, l’Europa non raggiungerà i suoi obiettivi e dà la colpa a Putin

Da febbraio ad ora, in Europa, le emissioni di anidride carbonica dovute alla combustione del carbone, invece di diminuire come avrebbero dovuto, sono aumentate del 6% rispetto al 2019

MeteoWeb

A quanto pare, se l’Europa non raggiungerà i propri obiettivi climatici, la colpa è di Putin. O almeno così dicono gli europei.  L’anno scorso l’UE ha proposto un piano di decarbonizzazione radicale, ma l’invasione russa ha costretto diversi paesi a bruciare più carbone e costruire nuovi impianti di gas. I piani della UE di passare all’energia pulita e di eliminare quindi del tutto le emissioni di CO2 entro il 2050, stanno per fallire a causa della rinuncia al gas e al petrolio dalla Russia, scrive Bloomberg.

Secondo le stime, da febbraio le emissioni di anidride carbonica dalla combustione del carbone sono aumentate del 6% rispetto al 2019. L’Europa dipende per il 40% dal gas russo e per un terzo dal petrolio russo, e sarà dunque costretta a ricorrere al carbone alla ricerca di una fonte di energia alternativa.