La cometa K2 solca i cieli della Terra: il 14 luglio il massimo avvicinamento

K2, una delle comete attive più lontane mai avvistate, si troverà alla minima distanza dalla Terra questa settimana

MeteoWeb

Un’enorme cometa “sorvolerà” la Terra tra pochi giorni. C/2017 K2 (PANSTARRS), chiamata in breve K2, è una delle comete attive più lontane mai avvistate. Questo piccolo mondo sfreccerà vicino al nostro pianeta a distanza di sicurezza. Il massimo avvicinamento avverrà alle 03:09 UTC del 14 luglio, (le 05:09 ora italiana), quando la cometa sarà a 1,8 unità astronomiche dal centro del nostro pianeta, secondo i dati del Jet Propulsion Laboratory della NASA. Un’unità astronomica è la distanza media tra il Sole e la Terra: circa 150 milioni di km.

Anche se la cometa sarà un po’ lontana e debole, è comunque un momento emozionante per gli astronomi. È stata avvistata nel lontano 2017 nel Sistema Solare esterno e si sta finalmente avvicinando abbastanza alla Terra da consentire di ammirarla con un binocolo o un telescopio, anche se la luminosità di K2 è una grande incognita.

Alcuni siti specializzati, come EarthSky, hanno previsto che la cometa potrebbe alla fine diventare luminosa fino a magnitudine 7 e che potrebbe illuminarsi anche dopo l’avvicinamento al nostro pianeta, mentre K2 si avvicina al Sole. Per chi dispone di un binocolo o un telescopio la magnitudine 7 è a portata di mano. Se visibile, la cometa apparirà probabilmente piuttosto diffusa poiché rilascia gas a causa del calore e della pressione del Sole che ne influenza la superficie.

Gli skywatcher esperti saranno interessati a conoscere la dimensione del nucleo, che è attualmente argomento di discussione. Le osservazioni del telescopio spaziale Hubble hanno suggerito che potrebbe essere largo solo 18 km al massimo, mentre i dati del telescopio Canada-Francia-Hawaii (CFHT) suggeriscono un intervallo compreso tra 30 e 160 km, secondo EarthSky.