L’estinzione di massa del Permiano causata da una serie di incendi: lo studio

I ricercatori hanno scoperto un picco di eventi che si sono verificati durante il Permiano, seguito da un periodo di tranquillità per i successivi tre milioni di anni

MeteoWeb

La grande estinzione di massa che si verificò nel Permiano, circa 248 milioni di anni fa, causando la fine di innumerevoli forme di vita sulla Terra, potrebbe essere stata causata da una serie di incendi. Descritta sulla rivista Palaios, l’ipotesi è stata formulata dagli scienziati dell’University College di Cork (UCC), che hanno individuato i resti di una serie di incendi divampati nello stesso periodo dell’evento estintivo.

Il team, guidato da Chris Mays, ha analizzato i reperti di piante fossili recuperate in Australia orientale e Antartide. Misurando i livelli di carbone, il gruppo di ricerca ha ricostruito la storia degli incendi nella zona. “Abbiamo scoperto un picco di eventi che si sono verificati durante il Permiano – riporta Mays – seguito da un periodo di tranquillità per i successivi tre milioni di anni“.

Le piante esistenti all’epoca, proseguono gli esperti, avevano sviluppato dei meccanismi di difesa per rispondere agli incendi, ma non sono stati sufficienti a proteggere le specie. “Sarà necessario valutare ulteriormente il potenziale degli incendi come fattore responsabile dell’estinzione di forme di vita – commenta Mays – queste informazioni potrebbero essere importanti anche in relazione alla situazione attuale, in cui i cambiamenti climatici stanno amplificando il rischio di incendi in diverse zone della Terra, mettendo a rischio moltissime forme di vita”.