Europa in preda ad un’ondata di caldo record, ecco come appare vista dai satelliti

Incendi devastanti e caldo record, l'Europa vista dallo Spazio

MeteoWeb

È raro che i satelliti ottengano una visione perfettamente priva di nuvole dell'intera Europa. Eppure, ieri, lunedì 18 luglio il satellite meteorologico europeo Eumetsat ha catturato esattamente questo. La visione nitida significa cielo azzurro anche per quegli europei che di solito si preoccupano più di ricordare un ombrello che la crema solare. Il cielo limpido non offre tregua da un'ondata di caldo che ha inghiottito il continente, portando temperature record e innescando incendi devastanti che hanno già ridotto in cenere centinaia di km quadrati di terreno. 

Un confronto tra le immagini catturate dal satellite europeo per l'osservazione della Terra Sentinel-2 a metà giugno e nella seconda settimana di luglio rivela come il paesaggio britannico, solitamente lussureggiante e verde, sia diventato arido a causa della siccità. 

Il Regno Unito questa settimana è in allerta, con temperature ben al di sopra della norma. Per la prima volta nella storia, parti del paese dovrebbero registrare +40°C.

Altrove in Europa, i satelliti hanno catturato immagini di incendi devastanti. I vigili del fuoco stanno combattendo diversi roghi in Spagna, Francia, Grecia, Croazia e Portogallo. 

Nella Spagna occidentale, una riserva naturale vicino a Salamanca è in fiamme dal 12 luglio, con oltre 39 km quadrati di area faunistica già distrutta. Nel Sud del paese, vicino alla famosa città turistica di Malaga, un altro incendio ha divorato circa 20 km quadrati di terreno.

I satelliti hanno anche catturato la distruzione causata dagli incendi nella famosa regione vinicola intorno alla città di Bordeaux, nel Sud/Ovest della Francia. Due incendi divampati il ​​12 luglio hanno bruciato più di 100 km quadrati nella regione. Secondo il Copernicus Emergency Management Service, sono in atto allerte per pericolo di incendio anche in Portogallo, Grecia e Turchia.

Gli ultimi dati del Copernicus Climate Change Service hanno rivelato che giugno 2022 è stato il secondo più caldo mai registrato, con temperature di 1,6°C al di sopra della media 1991-2020. A livello globale, giugno 2022 è stato il terzo più caldo mai registrato con temperature di 0,32°C superiori alla media del periodo 1991-2020.