Caduta di pietre sul Monte Bianco, la Francia sconsiglia l’ascesa

Le autorità d'oltralpe hanno raccomandato agli alpinisti di "differire temporaneamente" l'ascesa

MeteoWeb

A causa "della siccità", lungo la via normale francese al Monte Bianco che passa dal rifugio del Gouter, si verificano "importanti cadute di pietre", di "giorno come di notte". Per questo motivo le autorità d'oltralpe raccomandano agli alpinisti intenzionati a compiere l'ascesa di "differirla temporaneamente". "Pericolo di morte", ha scritto in un post il sindaco di Saint-Gervais-Les-Bains (Francia), Jean-Marc Peillex. Le guide alpine francesi hanno già sospeso l'ascensione lungo l'itinerario considerato meno impegnativo rispetto alle altre vie di salita e per questo più frequentato.

"A causa delle condizioni climatiche eccezionali attuali e della siccità che interessano il nostro dipartimento da diverse settimane, importanti cadute di pietre si verificano lungo la via normale di ascesa alla cima del Monte Bianco, di giorno come di notte, in particolare negli orari più frequentati, cioè la mattina presto," hanno affermato in una nota la prefettura dell'Alta Savoia (Francia) e il comune di Saint-Gervais-les-Bains. Quindi "di fronte a questa situazione climatica" le autorità "raccomandano agli alpinisti intenzionati a questa ascensione di posticiparla momentaneamente. Le società delle guide alpine di Saint-Gervais-les-Bains e di Chamonix-Mont-Blanc si sono accordate per sospendere temporaneamente l'ascensione da questa via. Questa saggia decisione va accolta con favore".