Da costosa debacle a missione scientifica rivoluzionaria: Greg Robinson, l’ingegnere che ha cambiato le sorti del telescopio James Webb

Greg Robinson ha trasformato una debacle da 10 miliardi di dollari in una missione scientifica senza eguali nella storia

MeteoWeb

Nel 2018, il James Webb Space Telescope, il progetto ancora incerto per costruire uno strumento in grado di osservare le stelle più antiche dell'universo, sembrava essere più che mai lontano dal vedere la luce. Le parti e gli strumenti del telescopio erano completi, ma dovevano essere assemblati e testati. La data di lancio veniva spostata ulteriormente nel futuro e i costi, che già si avvicinavano agli 8 miliardi di dollari, continuavano ad aumentare. Il Congresso, che aveva fornito diversi grandi finanziamenti nel corso degli anni, non era particolarmente entusiasta del fatto che la NASA chiedesse ancora più soldi.

Fu allora che fu chiesto all'ingegnere Gregory Robinson di assumere il ruolo di Webb Program Director.

A quel tempo, Robinson era Associate Deputy Administrator for Programs della NASA, e il suo compito era valutare le prestazioni di oltre 100 missioni scientifiche. La sua risposta è stata "no". "Mi stavo godendo il mio lavoro in quel momento," ha affermato Robinson.

Thomas Zurbuchen, associate administrator for science della NASA, glielo ha chiesto di nuovo. "Aveva una sorta di confluenza di due abilità," ha spiegato Zurbuchen. "La prima è che ha visto molti progetti, compresi quelli che hanno avuto problemi. La seconda è che ha il compito di guadagnare la fiducia tra le persone. Può entrare in una stanza, sedersi in mensa e quando esce dalla mensa conosce metà delle persone".

Alla fine, Robinson ha ceduto. Nel marzo 2018, ha intrapreso una missione per riportare il telescopio in pista e nello Spazio.

Zurbuchen "mi ha costretto ad assumere il controllo del progetto Webb," ha dichiarato Robinson.

Ha iniziato a lavorare alla NASA nel 1989, seguendo alcuni amici che già lavoravano lì. Nel corso degli anni, le sue posizioni hanno incluso vicedirettore del Glenn Research Center della NASA a Cleveland e vicedirettore tecnico.

L'incarico relativo a Webb è arrivato durante una fase delicata per il progetto. La data prevista per il lancio era stata nuovamente posticipata, a maggio 2020 da maggio 2019. La NASA aveva creato un comitato di revisione di esperti esterni per consigliare cosa era necessario fare per portare Webb al traguardo. Un mese dopo il mandato di Robinson, un test fallito ha fornito un vivido esempio della necessità di cambiamento. Il veicolo spaziale doveva resistere alle forti vibrazioni del lancio, quindi gli ingegneri lo testavano scuotendolo. Quando Webb tremava, goffamente, i bulloni che tenevano l'enorme e fragile copertura dello schermo solare del telescopio sono esplosi. "Ci ha riportato indietro di mesi – circa 10 mesi – questa è l'unica cosa," ha spiegato Robinson. La data di lancio è stata posticipata a marzo 2021 e il costo è aumentato di altri 800 milioni di dollari.

Inizialmente, nel 2002, il telescopio Webb aveva un budget previsto da 1 miliardo a 3,5 miliardi di dollari per un lancio all'inizio del 2010. Quando è arrivato il 2010, la data di lancio è stata spostata al 2014 e i costi stimati del telescopio sono saliti a 5,1 miliardi. Dopo che le revisioni hanno riscontrato che sia il budget che il programma non erano realistici, nel 2011 la NASA ha ripristinato il programma con un budget molto più alto di 8 miliardi e una data di lancio per ottobre 2018.

Quando Robinson ha assunto la carica di program director, l'efficienza del programma di Webb – una misura della rapidità con cui il lavoro è stato svolto rispetto a quanto pianificato – era fino a quel momento diminuita di circa il 55%, ha affermato Zurbuchen. Era, in gran parte, il risultato di un errore umano che avrebbe potuto essere evitato. Zurbuchen ha spiegato che il team di Webb era pieno di persone intelligenti e qualificate che erano diventate diffidenti nel sollevare critiche. A Robinson è stato attribuito il merito di aver cambiato le cose. In pochi mesi, l'efficienza ha raggiunto il 95%, con comunicazioni migliorate e manager più disposti a condividere potenziali cattive notizie. "Avevo bisogno di qualcuno che potesse ottenere la fiducia del team, e quello che dovevamo scoprire era cosa c'era che non andava nel team," ha detto Zurbuchen. "La velocità con cui ha eseguito questa cosa è stata incredibile".

Tuttavia, una serie di nuovi problemi ha causato ulteriori ritardi e aumenti dei costi. Alcuni, come la pandemia e il problema del vano di carico del missile Ariane 5 di fabbricazione europea, erano fuori dal controllo di Robinson. Si sono verificati ulteriori errori umani, come lo scorso novembre quando il morsetto che fissava il telescopio alla montatura di lancio si è rotto, provocando la vibrazione del telescopio, senza però causare danni.

Quando Ariane 5 è stato finalmente lanciato a Natale, tutto è proceduto senza intoppi, e ieri, una grande pietra miliare ha segnato un successo senza precedenti, con la pubblicazione delle prime foto del telescopio spaziale, che hanno dato il via ufficiale alle osservazioni scientifiche.