Gli incendi divampano sul Carso e in Versilia: in Slovenia il rogo più grande nella storia del Paese, 860 ettari in fiamme in Toscana

Circa 160 i vigili del fuoco impegnati nei due principali fronti degli incendi che stanno colpendo la Versilia e il Carso

MeteoWeb

Sono 160 in totale i vigili del fuoco impegnati nei due principali fronti degli incendi che stanno interessando la Versilia e il Carso. Sessanta sono al lavoro nel Carso, con 20 automezzi e due Canadair. Al momento le operazioni si stanno concentrando su Devetaki, Sablici, Jamiano nel comune di Doberdò del Lago (Gorizia) e Medeazza nel comune di Duino Aurisina (Trieste). Continuano le operazioni di spegnimento anche in Versilia, in particolare sulle colline di Massarosa. Oltre 100 vigili del fuoco sono in azione tra le frazioni di Chiatri, Fibialla, Pieve a Elici, Montigiano, Gualdo, Val Promaro e Piazzano. In quest'ultima località le squadre hanno arrestato l'avanzare del fronte di fiamma, evitando il coinvolgimento del centro abitato, già evacuato precedentemente. Attualmente il lavoro delle squadre a terra si sta concentrando sul territorio di Gualdo, dalle prime ore del mattino sono in volo un Canadair e un elicottero del Corpo nazionale.

In Versilia, per l'incendio di Massarosa, "c'è tanto fumo, ma il fronte del fuoco è in corso di contenimento" lungo la strada provinciale 1, tra Valpromaro e l'abitato di Piazzano. "La stima al momento è di 860 ettari in fiamme": lo ha affermato il presidente della Regione Toscana, Eugenio Giani, in un nuovo punto della situazione. "Dalle prime luci dell'alba viaggiano senza sosta 3 canadair e 5 elicotteri tra l'incendio di Massarosa e quello di Vecchiano, oltre a numerose squadre di volontari Aib impegnate dalla notte". Vanno avanti, quindi, anche le operazioni "per contenere il prima possibile l'incendio di Vecchiano, al momento sui 100 ettari".

Per quanto riguarda il Carso, l'incendio è "il più grande mai visto finora nella storia della Slovenia", ha riferito il comandante della protezione civile slovena, Srecko Sestan. Il rogo, che ha interessato un'area di circa 1.900 ettari, è stato affrontato per tutta la notte da un migliaio di vigili del fuoco e sembra essere stato domato al momento, nonostante i continui cambiamenti di direzioni del vento.