Brucia il Sud/Ovest dell’Europa, verso temperature record in Francia e Regno Unito: “sarà un’apocalisse di caldo”

Gli incendi infuriano in Francia, Grecia, Portogallo e Spagna, alimentati da vento e alte temperature

MeteoWeb

L'ondata di caldo che sta interessando da giorni l'Europa occidentale sta alimentando anche numerosi incendi boschivi, e oggi rischia di fare registrare temperature record in Francia e Regno Unito: quella odierna potrebbe essere la giornata più calda mai registrata in Francia, dove le massime saranno ovunque superiori ai +30°C e comprese tra i +38°C e i +40°C in gran parte del Paese, in particolare nelle regioni occidentali e sudoccidentali, dove si potrebbero raggiungere i +44°C.

Nel Regno Unito il Met Office ha diffuso per la prima volta un'allerta rossa per caldo estremo. Il servizio meteo nazionale ha comunicato che nel Sud dell'Inghilterra le temperature potrebbero superare i +40°C oggi o domani, per la prima volta. La temperatura più alta mai raggiunta nel Paese è stata di +38,7°C nel 2019 a Cambridge. Il Met Office ha previsto che oggi Londra potrebbe vedere picchi di +38°C. Il che significa, ha sottolineato Sky News, che la capitale britannica sarà più calda di Nassau alle Bahamas (+32°C), Kingston in Giamaica (+33°C), Malaga in Spagna (+28°C), Atene in Grecia (+35°C).

Alimentati da vento e alte temperature, gli incendi infuriano in Francia, Grecia, Portogallo e Spagna: sono andati distrutti migliaia di ettari, migliaia di residenti e vacanzieri sono stati evacuati e diversi operatori dell'antincendio sono morti.

Incendi fuori controllo in Spagna

Le autorità spagnole hanno registrato circa 20 roghi ancora fuori controllo in diverse parti del Paese, dal Sud alla Galizia, nell'estremo Nord/Ovest, dove le hanno distrutto circa 4.500 ettari. Ieri un 50enne è morto in una cittadina non lontano da Madrid per un colpo di calore. Un vigile del fuoco ha perso la vita mentre era impegnato a domare le fiamme nella provincia di Zamora, nel Nord/Ovest. Gli operatori antincendio sono riusciti a portare sotto controllo un incendio che ha distrutto 2mila ettari di boschi e arbusti nella regione meridionale dell'Andalusia: le fiamme sono divampate venerdì scorso e hanno raggiunto la città di Malaga, dove sono state evacuate circa 3mila persone.

Francia, emergenza nella regione della Gironda

In Francia la situazione è critica nella regione della Gironda, nel Sud/Ovest, dove i vigili del fuoco sono impegnati nello spegnimento di incendi boschivi che hanno colpito 11 mila ettari da martedì scorso. Evacuate in totale oltre 16mila persone, tra residenti e turisti. Oggi "in alcune parti del Sud/Ovest, sarà un'apocalisse di caldo", ha dichiarato il meteorologo Francois Gourand a France Presse. Le autorità delle Alpi francesi hanno sollecitato gli alpinisti sul Monte Bianco, la vetta più alta d'Europa, a rinviare le loro scalate, a causa delle ripetute frane, causate da condizioni climatiche eccezionali e dalla siccità.

Allerta incendi in Portogallo

In Portogallo quasi tutto il Paese è in stato d'allerta alto per gli incendi, anche se le temperature sono lievemente calate dopo avere raggiunto giovedì scorso i +47°C, un record per il mese di luglio. I roghi hanno provocato la morte di 2 persone, circa 60 feriti, e distrutto tra i 12mila e i 15mila ettari di terreno.