Incendi in Francia, forti venti nel Sud: centinaia di pompieri lottano contro le fiamme nella regione di Cévennes

Un incendio boschivo è alimentato da forti venti nella regione meridionale francese delle Cévennes

MeteoWeb

Centinaia di Vigili del fuoco stanno lottando ininterrottamente da ieri contro un incendio boschivo alimentato da forti venti nella regione meridionale francese delle Cévennes. Un centinaio di persone nell’area di Bordezac sono state costrette a lasciare le proprie case, secondo quanto confermato dalla prefettura di Nimes. Le fiamme hanno già distrutto 600 ettari di bosco: 10 Canadair sono sul posto per aiutare il personale a terra (circa 950 i vigili del fuoco, con 140 autopompe).

I pompieri sono impegnati anche in altre aree della Francia meridionale, assediata da una prolungata siccità. Nei dintorni di Arles, in Camargue, 8 edifici residenziali e diverse piccole imprese sono stati distrutti dalle fiamme, riporta La Provence. L’incendio è alimentato dal maestrale, “un vento che secca la vegetazione e la rende più suscettibile al fuoco, favorendone la diffusione“, ha dichiarato al quotidiano David Gaidet, capo dei Sapeurs-Pompiers locali, secondo cui, a causa della siccità, il paesaggio all’inizio di luglio era già “bruciato” dal sole, come in genere accade ad agosto.