Caldo estremo e vento forte: allarme incendi tra Spagna, Portogallo e Francia

Evacuazioni e danni, caldo intenso e allarme incendi

MeteoWeb

È allarme per le alte temperature e gli incendi che divampano tra Spagna, Portogallo e Francia: la situazione è critica in numerose località, tra danni, evacuazioni e migliaia di ettari di terreno distrutti.
A causa dei roghi in corso in Spagna, sono andati distrutti oltre 2500 ettari nell'Ovest, tra le province di Cáceres (Estremadura) e Salamanca (Castiglia e León). Le autorità locali ieri hanno proseguito con un piano di evacuazioni di piccole località della zona colpita, corrispondente alla comarca de Las Hurdes. Sono state evacuate alcune centinaia di persone. "È un incendio importante, che probabilmente durerà più giorni," ha affermato il governatore dell'Estremadura Guillermo Fernández Vara. "Farà danni, ma tutto ciò che non saranno danni alle persone sarà recuperabile". 

Oggi il Portogallo si prepara a un'altra giornata di alte temperature e di allarme incendi. Nella serata di ieri il comandante della Protezione civile André Fernandes ha fatto un bilancio, facendo il punto sulle situazioni più delicate, come nella provincia di Ourém, dove le fiamme si sono pericolosamente avvicinato alle case ed è in corso l'evacuazione preventiva di centinaia di residenti. Fernandes ha evidenziato la situazione meteo estrema che il Paese sta attraversando e che tenderà a peggiorare nei prossimi giorni.

Due incendi divampati ieri pomeriggio nel sud della Gironda, in Francia, hanno distrutto quasi mille ettari di pineta, secondo un rapporto dei vigili del fuoco. Il più importante dei due, scoppiato nei pressi di Landiras, una quarantina di chilometri a sud di Bordeaux, ha colpito 800 ettari di foresta e costretto all'evacuazione di 150 persone. Secondo i vigili del fuoco, l'incendio è divampato intorno alle 16 di ieri con fortissime raffiche di vento che hanno reso difficile il loro intervento. Sono stati mobilitati quattro canadair che hanno effettuato una cinquantina di lanci prima del tramonto e che riprenderanno la loro rotazione questa mattina, una cinquantina di veicoli e circa 320 vigili del fuoco. L'altro incendio in Gironda, divampato intorno alle 15 nel comune di La Teste-de-Buch, ha distrutto 180 ettari vicino alla Dune du Pilat, sul Bassin d'Arcachon.