Intelligenza artificiale: far pensare un computer come fosse un bambino

Può un computer pensare come un bambino? I sistemi di intelligenza artificiale 'lottano' per comprendere le leggi del buon senso del mondo fisico 'intuitivo', in genere molto rapidamente acquisite dai giovani umani

MeteoWeb

Un sistema di intelligenza artificiale in grado di apprendere le regole di base del buon senso del mondo fisico in modo simile a un bambino è presentato in un articolo in Nature Human Behaviour. Anche i bambini molto piccoli sono consapevoli della "fisica intuitiva", le regole del buon senso su come funziona il mondo. Ad esempio, i bambini di appena cinque mesi sono sorpresi se gli viene mostrata una situazione che comporta un evento fisicamente impossibile, come un giocattolo che scompare improvvisamente. Tuttavia, l'apprendimento della fisica intuitiva si è rivelato difficile per gli algoritmi di apprendimento automatico, anche se questi sistemi hanno mostrato abilità sovrumane in molti altri compiti, come imparare a riconoscere oggetti diversi.

Luis Piloto e colleghi introducono un sistema di deep learning, chiamato PLATO, in grado di apprendere la fisica intuitiva. PLATO include sistemi ispirati alla ricerca su come imparano i bambini. In particolare, PLATO adotta la tesi che gli oggetti svolgono un ruolo centrale nella rappresentazione e nella previsione del mondo fisico che ci circonda. Gli autori hanno addestrato PLATO mostrandogli video di molte scene semplici, come palline che cadono a terra, palline che rotolano dietro altri oggetti e riappaiono e palline che rimbalzano l'una sull'altra. Dopo l'allenamento, PLATO è stato testato mostrandogli video che a volte contenevano scene impossibili. Proprio come un bambino, PLATO mostrava "sorpresa" quando veniva mostrato qualcosa che non aveva senso, come oggetti che si muovevano l'uno attraverso l'altro senza interagire. Questi effetti di apprendimento sono stati visti dopo aver visto solo 28 ore di video.

Gli autori concludono che PLATO potrebbe offrire un potente strumento per la ricerca su come gli esseri umani imparano la fisica intuitiva e che suggerisce l'importanza delle rappresentazioni degli oggetti nella nostra comprensione del mondo.