Long Covid: sono 62 i sintomi possibili, tra questi anche perdita di capelli e di libido

I sintomi più comuni del long Covid includono anosmia, mancanza di respiro, dolore toracico e febbre, vi sono inoltre casi di amnesia, aprassia, incontinenza intestinale, disfunzione erettile, allucinazioni, gonfiore degli arti

MeteoWeb

Continua ad aumentare l'elenco dei disturbi causati dal long-Covid. Uno studio coordinato dall'Università di Birmingham, e pubblicato su Nature Medicine, ha stilato 62 sintomi associati a Covid-19 che possono manifestarsi fino a 12 settimane dall'infezione. Tra questi vi sono anche la perdita di capelli e il calo della libido. Lo studio ha preso in esame 2,4 milioni cartelle cliniche elettroniche di cittadini nel Regno Unito.

Nello specifico, i dati acquisiti tra gennaio 2020 e aprile 2021 riguardavano 486.149 persone che si erano contagiate con il SarsCoV2 e 1,9 milioni di persone che non indicavano infezione da coronavirus. Con un focus sui pazienti che non erano stati ricoverati, il team di ricercatori è stato in grado di identificare tre categorie di sintomi distinti segnalati da persone con problemi di salute persistenti dopo l'infezione: quelli respiratori; quelli riguardanti la salute mentale e i problemi cognitivi e altro, per un totale di 62 disturbi ricorrenti.

I sintomi più comuni riscontrati includono anosmia (perdita dell'olfatto), mancanza di respiro, dolore toracico e febbre. I ricercatori hanno rilevato però una frequenza significativa di casi di amnesia, aprassia (incapacità di eseguire movimenti o comandi familiari), incontinenza intestinale, disfunzione erettile, allucinazioni, gonfiore degli arti. Inoltre, sono stati riscontrati anche perdita di capelli e calo della libido.

Oltre a identificare una serie più ampia di sintomi, il team di ricerca ha anche individuato gruppi demografici e stili di vita che espongono le persone a maggior rischio di sviluppare long-Covid. Lo studio suggerisce, infatti, che sono a maggiore rischio le femmine e i giovani; coloro che appartengono a un gruppo etnico o che appartengono alle fasce più svantaggiate dal punto di vista socioeconomico. Fumo, sovrappeso e obesità, insieme alla presenza di patologie pre-esistenti, sono stati associate alla segnalazione di sintomi persistenti.