Mummia egizia incinta: trovati segni di tumore nel cranio

Il tumore di cui sono state trovate tracce nel cranio potrebbe essere la causa del decesso, nuove indagini sulla mummia saranno avviate entro l'anno 

MeteoWeb

Sarebbero segni di un tumore quelli scoperti nell'ormai nota mummia egizia incinta soprannominata 'Mysterious Lady', ritrovata a Tebe agli inizi del XIX secolo e oggi conservata in Polonia, al Museo Nazionale di Varsavia. Le radiografie e la Tac del cranio mostrano deformità ossee compatibili con un tumore nasofaringeo, possibile causa della morte della giovane donna.

A darne notizia sono stati i ricercatori del Warsaw Mummy Project sul loro blog, annunciando che entro l'anno eseguiranno nuove indagini istologiche, genetiche e molecolari sui tessuti molli per approfondire la diagnosi. I risultati potranno così aiutare a risolvere l'enigma della mummia, risalente al I secolo a.C. e misteriosamente rinvenuta nel sarcofago di un sacerdote. L'identità della mummia è stata scoperta soltanto grazie alle ricerche scientifiche condotte a partire dal 2015.

Le ultime immagini ottenute con i raggi x e la tomografia assiale computerizzata hanno rivelato la presenza di deformità di alcune ossa craniofacciali, anche dietro l'occhio sinistro. I ricercatori sono convinti che questi segni siano compatibili con quelli di un tumore che colpisce naso e gola e che risulta particolarmente diffuso in Africa e nell'Asia orientale. Studiarlo in una mummia così antica, risalente a un'epoca in cui non c'erano fattori di rischio come il fumo di sigaretta o i superalcolici, potrà aiutare a comprendere meglio i meccanismi alla base della malattia.